Italia markets open in 8 hours 48 minutes
  • Dow Jones

    31.438,26
    -62,42 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    11.524,55
    -83,07 (-0,72%)
     
  • Nikkei 225

    26.871,27
    +379,30 (+1,43%)
     
  • EUR/USD

    1,0586
    +0,0028 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    19.664,80
    -632,60 (-3,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    455,80
    -6,00 (-1,30%)
     
  • HANG SENG

    22.229,52
    +510,46 (+2,35%)
     
  • S&P 500

    3.900,11
    -11,63 (-0,30%)
     

Prezzi Crypto: Ripple (XRP) Torna a Rischiare sui Supporti, la SEC Non Molla l’Osso

XRP, il token nativo di Ripple, si sta avviando a concludere in arretramento la settimana in corso, con i prezzi che – alle ore 19.00 CET di venerdì 10 giugno – evidenziano una perdita del -4.80% fino a quota 1.0380 contro dollaro americano.

Il mercato si è sostanzialmente riportato nella parte inferiore di un’area di trading-range di breve periodo, quella che sta stringendo l’oscillazione dal 26 maggio scorso nello spazio fra $ 0.3765 e $ 0.4329.

La SEC Non Vuole Arrivare a Giudizio

Fra le notizie del giorno, quella che molto probabilmente ha contribuito a sbloccare al ribasso la staticità del mercato è relativa alla lunga telenovela giudiziaria che vede Ripple Labs opposta in tribunale alla SEC, l’onnipotente “cane da guardia” dell’economia americana, che accusa sostanzialmente Ripple di non aver rispettato le normative in merito alla compravendita di beni mobiliari.

Secondo la visione della Securities and Exchanges Commission, XRP dovrebbe essere equiparato ad un qualunque asset finanziario regolamentato, con tanto di prospetti informativi dettagliati sui rischi dell’investimento da far sottoscrivere ad ogni possessore. Viene da sé che Ripple Labs non è d’accordo, e che sta cercando di stringere i tempi per arrivare ad una soluzione rapida, viste le inevitabili ricadute negative che l’intera faccenda riversa da oltre un anno sulle quotazioni di XRP.

Troppo Lento il Tribunale, Ne Risente XRP

Il problema è proprio quello della lentezza con la cui la causa si sta trascinando nei tribunali americani, lentezza dovuta in parte proprio all’atteggiamento della SEC, che sta deliberatamente tentando di allungare il dibattimento in attesa che il Legislatore faccia chiarezza su diritti e doveri delle società che commercializzano cryptomoneta.

Ma sembra che, ormai, anche la Corte ne abbia avuto abbastanza, tanto che ultimamente ha preso a respingere le mozioni presentate via via dalla SEC concordando, o almeno dandone l’impressione, con le posizioni di Ripple.

Questo infatti potrebbe essere uno dei motivi chiave del rinnovato entusiasmo tra i possessori di XRP, entusiasmo che, tuttavia, non si è ancora tradotto sui grafici con un effettivo ritorno della pressione rialzista tra gli operatori.

Lo Scenario Tecnico per Ripple

Secondo l’analisi pubblicata oggi pomeriggio da AmbCrypto, a cura dell’esperto in valute digitali Shubham Pandey, “se i prezzi dovessero violare l’attuale supporto di quota $ 0.3750/3770 durante il fine settimana, e successivamente dovessero ritestare tale livello in funzione di resistenza, avremmo probabilmente lo sviluppo di un ulteriore arretramento fino alla zona dei recenti minimi dell’anno, toccati il 12 maggio scorso a $ 0.3362”.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli