Italia Markets closed

Ratzinger: “No ai preti sposati”

Benedetto XVI (REUTERS/Andreas Gebert)

Il celibato per i preti è necessario, no all'ordinazione sacerdotale degli uomini sposati: è intransigente la posizione in proposito di Benedetto XVI. In un libro co-firmato con il cardinale Robert Sarah, il Papa Emerito dichiara: "Io credo che il celibato" dei sacerdoti "abbia un grande significato" ed è "indispensabile perché il nostro cammino verso Dio possa restare il fondamento della nostra vita".

GUARDA ANCHE: Benedetto XVI: la pedofilia nasce da rivoluzione sessuale del '68

Il volume, pubblicato in francese da Fayard, è stato scritto a quattro mani con il cardinale conservatore. E' intitolato “Dal profondo del nostro cuore” (Des profondeurs de nos coeurs), e, annuncia l’editore Nicolas Diat, sarà in libreria mercoledì prossimo 15 gennaio. “Le Figaro” ne ha pubblicate alcune anticipazioni.

Il libro esce sullo sfondo del recente sinodo sull'Amazzonia che ha proposto a Papa Francesco di introdurre per la regione l'ordinazione sacerdotale di diaconi permanenti. Un'ipotesi, ora al vaglio del Pontefice che nei prossimi mesi pubblicherà una esortazione apostolica post-sinodale nel quale pronuncerà la sua conclusione magisteriale in materia, espressamente paventata dal suo predecessore.

GUARDA ANCHE: “Prost!”. Benedetto XVI brinda con la birra per i suoi 90 anni

"Non posso tacere", scrivono Ratzinger e Sarah citando una frase di Sant'Agostino. Come riporta la testata francese, nell'introduzione del libro scritta da Ratzinger con Sarah si legge: "Negli ultimi mesi, mentre il mondo ha risuonato con il tumulto creato da uno strano sinodo dei media che ha avuto la precedenza sul vero sinodo, ci siamo incontrati. Ci siamo scambiati idee e preoccupazioni. Abbiamo pregato e meditato in silenzio. Ognuno dei nostri incontri ci ha confortato e confortato reciprocamente. Le nostre riflessioni effettuate in modi diversi ci hanno portato a scambiare lettere. La somiglianza delle nostre preoccupazioni e la convergenza delle nostre conclusioni ci hanno deciso di mettere i frutti del nostro lavoro e della nostra amicizia spirituale a disposizione di tutti i fedeli come Sant'Agostino. Anzi, come lui possiamo dire: 'Silere non possum! Non posso tacere'".

LEGGI ANCHE: Papa Francesco arrabbiato, l’ironia del web: “Bergoglio ma non mollo”