Italia markets open in 4 hours 32 minutes
  • Dow Jones

    34.137,31
    +316,01 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.950,22
    +163,95 (+1,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.030,92
    +522,37 (+1,83%)
     
  • EUR/USD

    1,2050
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    44.101,90
    -2.574,73 (-5,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.227,31
    -35,65 (-2,82%)
     
  • HANG SENG

    28.674,64
    +52,72 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    4.173,42
    +38,48 (+0,93%)
     

Treasury vola all’1,7%, in Europa Lagarde rassicura su prospettive

Fabio Carbone
·2 minuto per la lettura

Jerome Powell prova a rincuorare i mercati e a rassicurarli che il Federal Reserve System non ha alcuna intenzione di aumentare gli attuali tassi di interesse almeno fino al “lontano” 2023.

Le prospettive di crescita per il 2021, nell’economia statunitense, sono viste in robusto rialzo e quindi Jerome Powell ha anticipato che con essa anche l’inflazione sarà più elevata.

In Europa le parole di Powel sono piaciute a metà, tanto che le principali borse europee hanno aperto alcune in positivo e altre in lieve calo rispetto a ieri.

Il Treasury americano a 10 anni è salito a 1,7% (1,724% per l’esattezza) di rendimento ed anche il rendimento del Btp Italia a 10 anni è aumentato per portarsi allo 0,716%.

Un aumento dei titoli obbligazionari, come più volte è stato messo in evidenza in queste ultime settimane, è frutto di una tendenza degli investitori a trasferire le proprie risorse finanziarie verso l’obbligazionario, in un contesto in cui l’inflazione è prevista in forte aumento. Si fugge quindi dal denaro liquido verso un asset che può preservare sul lungo periodo il valore.

Anche le materie prime sono state prese d’assalto in questi mesi per il timore di un aumento dell’inflazione, ed in particolare sono saliti i prezzi dei metalli.

Le parole delle banche centrali che servono

I mercati finanziari in questo momento mostrano di avere molto bisogno delle parole di rassicurazione delle banche centrali. Ed infatti le parole di Christine Lagarde, appena pronunciate al Parlamento Europeo, sono servite a riportare in verde tutti i principali listini europei, proprio mentre vi scriviamo.

Lagarde ha ricordato che la situazione economica “sembra migliore” rispetto ad un anno fa e per questo motivo è ragionevole attendersi un 2021 migliore.

Nel breve, però, in Europa, la situazione è ancora incerta a causa delle dinamiche della pandemia e, diciamocela tutta, a causa di una campagna vaccinale decisamente zoppicante che ogni giorno presenta un intoppo disarmante.

“Un orientamento di bilancio ambizioso e coordinato resta fondamentale. Le politiche fiscali nazionali dovrebbero continuare a fornire un sostegno fondamentale e tempestivo alle imprese e alle famiglie più esposte alla pandemia e alle misure di contenimento. Allo stesso tempo, queste misure dovrebbero, per quanto possibile, rimanere temporanee e di natura mirata per affrontare efficacemente le vulnerabilità e sostenere una rapida ripresa”, afferma Lagarde, come riportato dall’Ansa.

“I rischi sulle prospettive di crescita dell’area dell’euro a medio termine sono diventati più equilibrati grazie alle migliori prospettive per l’economia globale e ai progressi nelle campagne di vaccinazione”, afferma ancora Lagarde.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: