Italia markets open in 3 hours 51 minutes
  • Dow Jones

    34.077,63
    -123,04 (-0,36%)
     
  • Nasdaq

    13.914,77
    -137,58 (-0,98%)
     
  • Nikkei 225

    29.150,71
    -534,66 (-1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2063
    +0,0022 (+0,18%)
     
  • BTC-EUR

    45.194,61
    -2.275,84 (-4,79%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.241,99
    -56,97 (-4,39%)
     
  • HANG SENG

    29.050,86
    -55,29 (-0,19%)
     
  • S&P 500

    4.163,26
    -22,21 (-0,53%)
     

Vendita delle armi, arriva la stretta di Biden

Primo Piano
·2 minuto per la lettura

"Dobbiamo vietare la vendita ai privati di fucili di assalto in stile militare", che sono le armi responsabili delle più gravi stragi in America: è l'appello lanciato da Joe Biden. "Basta preghiere, è il tempo dell'azione per fermare una volta per tutte la violenza delle armi", ha affermato il presidente Usa ricordando anche la strage delle ultime ore in South Carolina, quella in cui sono rimaste uccise cinque persone tra cui due bambini.

GUARDA ANCHE: Usa, sparatoria nel Wisconsin: 8 persone sono rimaste ferite

Biden ha invitato il Senato a varare le due leggi già approvate dalla Camera che inaspriscono i cosiddetti 'background check', i controlli su chi acquista armi. Il presidente americano ha quindi reiterato l'appello al bando dei 'super caricatori' e ha chiesto agli stati Usa di approvare le cosiddette 'red flags laws', le leggi che permettono ai cittadini di rivolgersi a una corte per chiedere di togliere le armi dalle mani di persone che rappresentano un rischio per gli altri o per se' stessi.

Il leader della Casa Bianca è in procinto di varare un pacchetto di decreti per contrastare la violenza delle armi da fuoco in America che ogni anno provoca la morte di almeno 40 mila persone.   

Il pacchetto prevede poi maggiori aiuti alle agenzie che si occupano della lotta alla violenza delle armi e la richiesta di rapporto complessivo sul traffico di armi negli Usa dal 2000 in poi. Infine sarà nominato a capo dell'agenzia federale che ha un ruolo di supervisione sulle armi (il Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives), David Chipman, noto attivista del movimento chiede un maggior controllo su pistole e fucili.

LEGGI ANCHE: Sparatoria in South Carolina, 5 morti: uccisi anche due bambini

Fermamente contraria ai provvedimenti la lobby americana delle armi da fuoco. "La Nra è pronta a combattere", ha fatto sapere. "Misure estreme", si legge in un tweet della Nra, "potrebbero richiedere a cittadini rispettosi della legge di consegnare le armi di loro proprietà e potrebbero spingere gli stati a estendere i provvedimenti di confisca delle armi".