Italia markets open in 8 hours 25 minutes
  • Dow Jones

    34.751,32
    -63,07 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.181,92
    +20,39 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • EUR/USD

    1,1770
    -0,0056 (-0,47%)
     
  • BTC-EUR

    40.517,55
    -653,64 (-1,59%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.209,85
    -23,43 (-1,90%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • S&P 500

    4.473,75
    -6,95 (-0,16%)
     

Zona euro, produzione industriale più forte del previsto a luglio

·1 minuto per la lettura
La bandiera italiana davanti a Palazzo Chigi, a Roma

BRUXELLES (Reuters) - La produzione industriale della zona euro è stata più forte del previsto a luglio, grazie all'aumento dei beni capitali e di consumo non durevoli.

Secondo i dati Eurostat, la produzione industriale nei 19 Paesi della zona euro è aumentata dell'1,5% mese su mese a luglio, con una crescita del 7,7% su base annua.

Gli economisti intervistati da Reuters avevano stimato un rialzo dello 0,6% mensile e del 6,3% su anno.

Eurostat ha reso noto che la produzione di beni strumentali è aumentata del 2,7% su base mensile a luglio dopo un calo dell'1,1% a giugno, con un aumento del 5,9% rispetto allo stesso periodo del 2020. La produzione di beni di consumo non durevoli è salita del 3,5% su mese e del 10,1% su anno.

Rispetto allo scorso anno anche la produzione di beni intermedi è aumentata nettamente, a +11,2%, e quella di beni di consumo durevoli è cresciuta del 9,8%.

I dati più forti per l'inizio del terzo trimestre arrivano dopo che l'economia della zona euro è cresciuta del 2,2% nel secondo trimestre, con l'allentamento delle restrizioni dovute al coronavirus che ha stimolato il rimbalzo dopo una breve recessione.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli