Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    44.773,07
    -7.053,54 (-13,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Auto Europa, peggior febbraio da 2013 per immatricolazioni, Stellantis -22,4% - Acea

·1 minuto per la lettura
Il logo Stellantis fuori dallo stabilimento Mirafiori a Torino

MILANO (Reuters) - Le immatricolazioni di automobili in Europa a febbraio sono scese del 20,3% a causa delle misure di contenimento contro il Covid-19 e dell'incertezza che continua a caratterizzare la domanda.

Secondo i dati diffusi da Acea, nell'Unione europea, nei paesi Efta e in Gran Bretagna sono state immatricolate 850.170 auto, contro 1,07 milioni di febbraio 2020, ultimo mese prima dello scoppio in tutta Europa della pandemia.

Da inizio anno sono state immatricolate poco meno di 1,7 milioni di auto con un calo su base annua del 23,1%.

Il dato della sola Ue, pari a 771.486 auto, segna il peggior febbraio dal 2013. Tutti e quattro i principali mercati hanno segnato cali a due cifre, in particolare la Spagna con un -38,4%.

Il gruppo Stellantis, che comprende tra gli altri i marchi Fiat, Jeep, Lancia/Chrysler, Alfa Romeo, Peugeot, Opel/Vauxhall, Citroen e Ds, mostra a febbraio un calo delle immatricolazioni del 22,4% a 198.883 veicoli. Da inizio anno il calo rispetto ai primi due mesi del 2020 è del 24,7%.

La quota di mercato a febbraio scende al 23,4% dal 24% di un anno prima.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Sabina Suzzi)