Italia markets open in 8 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    30.960,00
    -36,98 (-0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.635,99
    +92,93 (+0,69%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    -0,0027 (-0,22%)
     
  • BTC-EUR

    26.618,45
    -871,28 (-3,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    653,79
    -23,11 (-3,41%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • S&P 500

    3.855,36
    +13,89 (+0,36%)
     

Borsa Milano apre in lieve rialzo con pochi spunti, bene Atlantia

·1 minuto per la lettura
L'edificio della Borsa di Milano

MILANO, 29 dicembre (Reuters) - - Avvio positivo senza grandi scossoni a Piazza Affari nella penultima seduta dell'anno e in vista del lungo ponte di Capodanno.

I mercati si muovono all'unisono sulla scia del nuovo balzo della Borsa di Tokyo nella notte e di Wall Street ieri con gli indici su nuovi massimi storici. Il via libera al pacchetto di aiuti fiscali negli Stati Uniti ha di fatto offuscato i timori legati alla possibile minaccia delle nuove varianti del coronavirus identificate in Gran Bretagna e Sud Africa, mentre sta per entrare nel vivo la campagna vaccinale in Europa.

Per ciò che riguarda le materie prime, il Brent si riporta sopra 51 dollari al barile.

Tra i titoli in evidenza:

Banche poco mosse con Intesa Sanpaolo in rialzo dello 0,2% e Unicredit in flessione dello 0,2%. Stesso andamento anche per Bper.

Raccolta Atlantia con un balzo dell'1,4%, titolo piuttosto volatile nelle ultime sedute, dopo che ieri il Cda, ha ritenuto insufficiente l'offerta sulla partecipazione detenuta in Aspi pervenuta il 23 dicembre dal consorzio formato da Cdp Equity, Blackstone e Macquarie, e ha accettato un prolungamento della due diligence fino alla fine di gennaio.

Dopo il recupero delle ultime sedute torna la lettera sulle oil companies, come Tenaris, in flessione dell'1,3%, e Saipem (-0,6%), mentre tiene le posizioni Maire Tecnimont, molto forte ieri.

Anche oggi denaro diffuso sui titoli minori, come Beghelli che balza del 6,6%.

Infine da segnalare il calo del 5,4% di Italia Independent Group dopo che il Cda ha attribuito la delega all'AD di avviare l'operazione di aumento di capitale per complessivi 7,8 milioni che dovrà essere completata entro fine marzo.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)