Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.652,32
    +517,33 (+1,78%)
     
  • Nasdaq

    10.993,46
    +163,95 (+1,51%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9726
    +0,0128 (+1,33%)
     
  • BTC-EUR

    20.119,91
    +407,59 (+2,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    445,69
    +16,90 (+3,94%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.710,44
    +63,15 (+1,73%)
     

Borsa Milano, azzera rialzo iniziale, bene banche e lusso, pesante Mps

Una donna davanti all'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Dopo un avvio in rialzo, Piazza Affari ha perso gradualmente terreno portandosi appena sopra la parità tra borse europee poco mosse.

Domina tra gli investitori un clima di attesa per la due giorni della banca centrale Usa che domani dovrebbe annunciare un altro incremento dei tassi di 75 punti base per contrastare l'inflazione.

Intorno alle 10 l'indice FTSE Mib sale di 0,03%.

Tra i titoli in evidenza:

Bene le banche favorite in tutta Europa dalla prospettiva di un generale incremento dei tassi di interesse, che dà sostegno ai margini del settore. Brilla a Milano UNICREDIT, che avanza dell'1% dopo aver superato +3% a inizio seduta. In un'intervitsa al quotidiano tedesco Handelsblatt, il Ceo Andrea Orcel ha detto che l'istituto guarda ad acquisizioni in Germania per ampliare la sua quota di mercato nel Paese.

Toniche anche Banco Bpm(+1%) e Bper (+0,7%). Più indietro Intesa Sanpaolo(+0,04%) sulla quale l'Antitrust ha avviato un'istruttoria per presunta pratica commerciale scorretta.

In netta controtendenza Mps che perde più del 6% dopo che ieri ha annunciato il piano di raggruppamento azionario (1 nuova azione ordinaria ogni 100 esistenti dal 26 settembre) funzionale all'aumento di capitale iperdiluitivo previsto questo autunno.

Positivo il lusso con Moncler e Ferragamo intorno a +0,8% mentre si aprono le danze della settimana della moda milanese che riporterà l'attenzione mediatica sui vari brand. Intanto dall'estero giungono indicazioni rassicuranti su andamento e prospettive del settore da Ralph Lauren e Swatch.

Fiacche le assicurazioni (Generali-0,4%), volatile Telecom Italia(-0,5%).

Realizzi sul risparmio gestito, in calo il comparto legato alla salute con vendite diffuse su DIASORIN, RECORDATI e AMPLIFON.

In lieve calo le utility, in lieve rialzo Eni.

(Claudia Cristoferi, editing Stefano Bernabei)