Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.600,99
    +307,54 (+1,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Borsa Milano indici piatti, corre Interpump, bene Snam, Terna e Saras, venduta Nexi

Una donna con una maschera davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Seduta senza grandi patemi quest'oggi a Piazza Affari, che consolida le posizioni. Pochi gli spunti da segnalare. Stessa situazione di calma si registra sugli altri mercati europei.

Sui mercati prevale la cautela a fronte anche dei dati macro cinesi che alimentano i timori di una recessione globale.

Timori che stanno facendo scendere il prezzo del petrolio con il Brent che si muove intorno ai 110 dollari al barile.

"Seduta molto tranquilla, si fa poco", dice un trader.

Intorno alle 12,50 il FTSE Mib guadagna lo 0,2%. Volumi molto contenuti intorno ai 640 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Molto forte Interpump che balza del 7,3% dopo i risultati venerdì scorso, premiato dai "Buy" di Equita e Banca Akros dopo risultati trimestrali sopra le attese e la recente performance negativa del titolo in Borsa.

Il ritorno delle voci di una possibile fusione accendono l'interesse su Snam, che sale dell'1,9%, e su Terna, in crescita dell'1,4%. Secondo l'Economia del Corriere della Sera sono tornate a circolare rumour di una fusione tra le due società, con varie banche d'affari che hanno messo a punto dossier sul possibile matrimonio. "L'idea è sempre quella che ogni tanto ritorna", si limita a dire un trader.

Tonico il settore oil, con Tenaris a +2,5%, prsoeguendo nel trend rialzista che vede le azioni salire di oltre il 64% da inizio anno. Bene anche Saipem in crescita del 3,6%, ma che da inizio anno è in rosso del 40%, in parte a causa delle attese del prossimo aumento di capitale da 2 miliardi di euro. Maire Tecnimont guadagna il 4,3%.

Banche in ordine sparso con UniCredit in salita dell'1,2%, mentre Intesa SP è in calo dello 0,6%. BPER perde lo 0,34%. Giù NEXI (-1,6%) che continua a essere bersagliata dalle vendite nonostante i risultati del trimestre positivi. Bper ha annunciato stamani la concessione a Nexi di un'ulteriore estensione, fino al 31 maggio, del periodo di esclusiva per la possibile revisione di alcuni accordi commerciali.

Raccolta Saras(+4,6%) in attesa del trimestre e della presentazione agli analisti in giornata.

Bene anche ERG che cresce del 2,1%, premiata dai risultati superiori alle attese. Il broker Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo a 35,7 euro da 34,4 euro precedente.

(Giancarlo Navach, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli