Italia markets open in 1 hour 24 minutes
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.170,30
    -841,03 (-3,11%)
     
  • EUR/USD

    1,1226
    -0,0019 (-0,17%)
     
  • BTC-EUR

    32.050,83
    -1.583,55 (-4,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    818,18
    -37,63 (-4,40%)
     
  • HANG SENG

    23.649,19
    -640,71 (-2,64%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     

Borsa Usa in calo su timori Omicron e commenti Powell

·2 minuto per la lettura
Il cartello stradale di Wall Street a New York

(Reuters) - I principali indici di Wall Street sono in calo dopo che le dichiarazioni del Ceo di Moderna in merito all'efficacia dei vaccini anti-Covid contro la variante Omicron hanno affossato i titoli dei viaggi, gli energetici e il comparto bancario.

I mercati azionari globali hanno registrato una flessione quando l'amministratore delegato di Moderna, Stéphane Bancel, ha dichiarato al Financial Times che è probabile che l'attuale portfolio di vaccini debba essere modificato.

Ad alimentare ulteriormente i timori è stato anche il commento rilasciato da Regeneron Pharmaceuticals Inc, secondo la quale il medicinale a base di anticorpi che ha sviluppato per la cura del Covid-19 e altri farmaci simili potrebbero essere meno efficaci contro la variante Omicron.

Gran parte dei principali settori dell'S&P è in calo, con il comparto energetico e quello finanziario che cedono entrambi l'1%.

Le banche perdono l'1,4% sulla scia della flessione dei rendimenti del Treasury, mentre la forte domanda di beni rifugio mantiene elevati gli acquisti di obbligazioni.

I titoli dei viaggi e del tempo libero registrano un calo con l'indice S&P 1500 delle compagnie aeree e quello di hotel, ristoranti e tempo libero che perdono l'1,4% ciascuno.

Anche l'indice small-cap Russell 2000 è in ribasso di oltre l'1%.

Alle 16,50 il Dow Jones Industrial Average scende di 308,95 punti, o lo 0,89%, a 34.814,13, mentre l'S&P 500 perde 31,73 punti, o lo 0,71%, a 4.621,78.

Il Nasdaq Composite ritraccia dopo un rialzo iniziale e cede 97,15 punti, o lo 0,64%, a 15.674,95, nonostante i guadagni di APPLE, TESLA e AMAZON.COM.

Nel frattempo il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha detto nel corso della testimonianza davanti alla commissione bancaria del Senato degli Stati Uniti che continua ad attendersi che l'inflazione rallenti il prossimo anno ma ha anche avvertito che la nuova variante Omicron confonde le acque e i prezzi potrebbero continuare a crescere più a lungo di quanto inizialmente previsto.

Alcuni dati hanno infine mostrato una lettura inferiore alle attese relativa alla fiducia dei consumatori per il mese di novembre.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli