Italia markets close in 7 hours 46 minutes
  • FTSE MIB

    23.184,24
    -80,62 (-0,35%)
     
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • Petrolio

    60,00
    -0,64 (-1,06%)
     
  • BTC-EUR

    40.758,62
    +2.072,46 (+5,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    983,32
    -3,33 (-0,34%)
     
  • Oro

    1.719,10
    -3,90 (-0,23%)
     
  • EUR/USD

    1,2018
    -0,0042 (-0,35%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     
  • HANG SENG

    29.095,86
    -356,71 (-1,21%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.697,21
    -9,41 (-0,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8647
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,1026
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • EUR/CAD

    1,5227
    -0,0005 (-0,03%)
     

Covid, come sarà la prossima estate? La previsione del virologo Crisanti

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

E’ passato ormai un anno dal primo caso di coronavirus in Italia, un paese profondamente cambiato dalla pandemia che fa i conti con le limitazioni e le regole per arginare quanto più possibile il contagio. La domanda che si fanno tutti è di certo relativa a quando il pericolo sarà ormai alle spalle, ma esperti e virologi non possono far altro che previsioni.

Lo è anche quella di Andrea Crisanti che, intervenuto in diretta radiofonica a “Un Giorno da Pecora”, si è sbilanciato su quello che potrebbe essere l’estate 2021 per gli italiani: “La prossima estate dovremo essere più cauti rispetto allo scorso anno. Speriamo di poter andare in spiaggia. La suddivisione in zone ci lascerà in questa situazione intermedia, con questo numero di casi abbastanza elevati accompagnati da una mortalità non indifferente”.

LEGGI ANCHE - Le varianti si trasmettono in modo diverso: la teoria di Galli

Il riferimento del virologo e professore ordinario dell’Università di Padova è a quanto è successo nell’estate scorsa quando in tanti, anche a causa di messaggi contraddittori arrivati da diversi esperti, avevano creduto che la pandemia fosse finita. “Ci dovremo abituare a vedere circa 300 morti al giorno, numeri un pò più bassi che vedremo tra un paio di settimane. Andremo avanti con le zone fino a che non ci sarà l’impatto del vaccino, quindi verso settembre-ottobre” le parole dell’esperto.

VIDEO - Covid, cos’è la variante brasiliana

“Se sono chiusi cinema, bar e teatri non si capisce perché dovrebbero esser aperte le spiagge” ha poi precisato.

Dopo aver ricevuto da poco la seconda dose del vaccino, Crisanti ha concluso: “Ora dovrei essere immune. Con la seconda dose mi ha fatto solo male un pò il braccio, niente di che, giusto mezza giornata, per il resto tutto bene”.

LEGGI ANCHE - Immunità, “il ritardo dei vaccini apre scenari oscuri”: parla Andreoni