Italia Markets close in 2 hrs 55 mins

Deutsche Bank, terzo trimestre 2020 meglio delle previsioni

Fabio Carbone
·3 minuto per la lettura

Analisti battuti ancora una volta. Dopo i positivi risultati trimestrali del gigante petrolifero BP, oggi è la volta di Deutsche Bank informare i suoi investitori che la banca tedesca di livello globale ha ottenuto risultati positivi nel terzo trimestre del 2020.

Deutsche Bank (DBK) ha messo a segno 309 milioni di euro di profitti, con profitti ante tasse pari a 482 milioni di euro. Su nove mesi i profitti sono pari a 435 milioni di euro, mentre ante tasse i profitti sono pari a 846 milioni di euro.

I guadagni netti del Gruppo crescono del 13% anno su anno a 5,9 miliardi di euro nel trimestre.

I profitti netti del core bank sono del 9% anno su anno a 6 miliardi di euro; mentre il settore investimenti della Deutsche Bank totalizza guadagni netti pari a 2,4 miliardi di euro, ovvero +43%.

Sul lato del private banking i dati sono stabili in quanto la crescita del volume compensa i venti contrari dei tassi di interesse.

Sul versante del corporate Bank la banca tedesca va giù del -5%, mentre sulla gestione degli asset i ricavi netti sono in crescita del +4% con afflussi netti per 11 miliardi di euro.

Risultati trimestrali Deutsche Bank: progressi sui costi

Deutsche Bank segnala che per l’11° trimestre consecutivo calano i costi, e così le spese infruttifere, rispetto all’anno precedente, sono in calo del 10% a 5,2 miliardi di euro.

Ancora, sono 4,7 i miliardi di euro di costi rettificati ex oneri di trasformazione 1, escluse le spese rimborsabili relative a Prime Finance, in calo del 10% rispetto all’anno precedente.

La banca ritiene di essere “sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di 19,5 miliardi di euro per l’intero anno 2020”, scrive nel comunicato stampa diffuso mercoledì 28 ottobre.

Gestione degli asset di rischio

Per quanto riguarda gli asset di rischio, Deutsche Bank prosegue su una strada di gestione disciplinata.

Per quanto riguarda il Common Equity Tier 1 capital ratio, esso è stabile al 13,3%, ovvero 285 punti base al di sopra dei requisiti regolamentari.

Le riserve di liquidità sono invece pari a 253 miliardi di euro, con eccedenza del LCR di 76 miliardi di euro.

Sotto il profilo dell’accantonamento per perdite su crediti, la banca è a 273 milioni di euro, con 25 punti base dei crediti (bps) nel terzo trimestre e 47 bps annualizzati nei primi nove mesi del 2020.

la banca ha riaffermato “l’indicazione di un accantonamento per perdite su crediti di 35-45 bps per l’intero anno”.

Le parole del CEO

Christian Sewing, CEO di Deutsche Bank ha rilasciato una breve comunicazione ritenendosi soddisfatto dell’andamento della banca.

“Nel quinto trimestre della nostra trasformazione, non solo abbiamo dimostrato una costante disciplina dei costi, ma anche la nostra capacità di guadagnare quote di mercato. Il nostro modello di business più mirato sta dando i suoi frutti e riteniamo che una parte sostanziale della crescita dei nostri ricavi sia sostenibile. La nostra solidità patrimoniale e l’elevata qualità della gestione del rischio ci consentono sia di supportare i clienti in tempi difficili, sia di sfruttare nuove opportunità di business”, ha detto Sewing.

Le azioni Deutsche Bank (DBK) sono in negativo dello -0,46%.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: