Italia markets close in 1 hour 24 minutes
  • FTSE MIB

    24.612,91
    -8,81 (-0,04%)
     
  • Dow Jones

    34.115,00
    -314,88 (-0,91%)
     
  • Nasdaq

    11.341,95
    -119,55 (-1,04%)
     
  • Nikkei 225

    27.820,40
    +42,50 (+0,15%)
     
  • Petrolio

    81,29
    +1,31 (+1,64%)
     
  • BTC-EUR

    16.303,90
    +9,87 (+0,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    406,23
    -4,99 (-1,21%)
     
  • Oro

    1.797,70
    -11,90 (-0,66%)
     
  • EUR/USD

    1,0523
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.029,33
    -42,37 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    19.518,29
    +842,94 (+4,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.961,50
    -16,40 (-0,41%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0051 (+0,59%)
     
  • EUR/CHF

    0,9892
    +0,0025 (+0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4190
    +0,0005 (+0,04%)
     

Forex, dollaro ancora debole, bene sterlina dopo dati Pil superiori attese

L'illustrazione mostra le monete da un euro e da una sterlina britannica.

LONDRA (Reuters) - Resta decisamente sotto tono il dollaro, ancora per effetto dei dati sull'inflazione Usa di ieri che portano il mercato a escludere una nuova stretta da 75 punti base da parte di Federal Reserve in dicembre.

I tassi impliciti sulla curva Usa ipotizzano un rialzo da 50 punti base. Una piccola parte del mercato si spinge a scommettere su una stretta da un quarto di punto.

Il cross dell'euro/dollaro avanza di mezzo punto percentuale per portarsi fino a oltre 1,026.

Molto ben impostata anche la sterlina, sempre nei confronti del biglietto verde, dopo i dati migliori delle attese sul Pil britannico.

(versione italiana Alessia Pé, editing Claudia Cristoferi)