Italia markets open in 6 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.514,62
    +181,10 (+0,64%)
     
  • EUR/USD

    1,1422
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    37.051,89
    -787,70 (-2,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.017,92
    -7,81 (-0,76%)
     
  • HANG SENG

    24.233,63
    +15,60 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Greggio, Opec+ conferma aumento produzione da febbraio

·2 minuto per la lettura
Il logo Opec presso la sede centrale a Vienna

LONDRA/MOSCA (Reuters) - L'Opec+ ha deciso di attenersi all'aumento della produzione di petrolio previsto per febbraio poiché si aspetta che la variante del coronavirus Omicron non avrà un impatto di lunga durata sulla domanda.

Il gruppo di produttori, che comprende l'Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (Opec) e gli alleati tra cui la Russia, ha alzato da agosto l'obiettivo di produzione di 400.000 barili al giorno (bpd) ogni mese.

Gli Stati Uniti hanno esortato il gruppo ad estrarre più greggio per aiutare la ripresa economica globale dalla pandemia e per frenare l'aumento dei prezzi che si stanno avvicinando agli 80 dollari al barile. Tuttavia, il gruppo ha detto che al momento il mercato è bilanciato e non ha bisogno di ulteriore petrolio.

L'Opec+ sta revocando gradualmente i tagli record sulla produzione da 10 milioni di bpd adottati nel 2020, mentre la domanda e i prezzi si stanno riprendendo dal crollo indotto dalla pandemia. Il Brent è salito del 50% l'anno scorso e, finora, ha esteso il rally nel 2022, scambiando oggi sopra i 79 dollari.

Secondo i piani vigenti, l'Organizzazione dovrebbe nuovamente alzare l'obiettivo di produzione per febbraio di 400.000 barili al giorno, lasciando un taglio di circa 3 milioni di bpd da eliminare entro settembre, in linea con un accordo concluso lo scorso luglio.

In un rapporto tecnico visionato da Reuters domenica, il gruppo ha minimizzato l'impatto sul mercato petrolifero della variante Omicron, dicendo che sarà "lieve e di breve durata" ed è rimasto ottimista sulle prospettive economiche.

"Ciò si somma a una prospettiva economica stabile sia nelle economie avanzate che in quelle emergenti", si legge nel rapporto del Joint Technical Committee.

Mentre il gruppo ha alzato i suoi obiettivi, gli aumenti della produzione non hanno tenuto il passo dal momento che alcuni membri sono alle prese con limiti di capacità.

I produttori Opec+ hanno mancato l'obiettivo di 730.000 bpd a ottobre e di 650.000 bpd a novembre, ha detto il mese scorso l'Agenzia internazionale dell'energia (IEA).

L'Opec+ terrà la prossima riunione il 2 febbraio.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli