Italia markets open in 5 hours 18 minutes
  • Dow Jones

    34.751,32
    -63,07 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.181,92
    +20,39 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    30.464,53
    +141,19 (+0,47%)
     
  • EUR/USD

    1,1770
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • BTC-EUR

    40.813,95
    -269,31 (-0,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.230,60
    -2,69 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.589,17
    -78,68 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    4.473,75
    -6,95 (-0,16%)
     

Intesa alza stima utile netto 2021 a "minimo" 4 mld dopo conti sem1

·2 minuto per la lettura
Il logo Intesa Sanpaolo a Milano

MILANO (Reuters) - Intesa Sanpaolo ha rivisto al rialzo la previsione di utile netto del 2021 dopo i risultati del primo semestre.

La banca vede un utile netto minimo di 4 miliardi, dice una nota, contro la precedente stima di un risultato "ampiamente superiore" ai 3,5 miliardi.

I primi sei mesi hanno visto un utile netto di 3,023 miliardi con un incremento su base annua del 17,8%.

Nel solo secondo trimestre l'utile netto è stato di 1,51 miliardi, in crescita su base annua e sopra le attese raccolte da Reuters di 903 milioni.

Nel trimestre Intesa ha contabilizzato un beneficio one-off di 460 milioni per il riallineamento fiscale di attività intangibili.

Il semestre ha visto un calo annuo degli interessi netti (-3,2% a 3,95 miliardi) a fronte di una crescita a due cifre delle commissioni (+13,2% a 4,68 miliardi) per un totale ricavi che cresce complessivamente dell'1,7%.

Dal punto di vista patrimoniale la banca ha un Cet1 pro forma a regime del 15,7%, mentre secondo i criteri transitori al 2021 è al 14,9%.

I crediti deteriorati si sono ridotti del 7,4% da fine 2020 e di circa 33 miliardi da fine 2017, superando di circa 7 miliardi l'obiettivo previsto nel quadriennio del piano d'impresa 2018-21. L'incidenza sul totale impieghi è al 4,1% a fine giugno.

La banca ha anche dato aggiornamenti sulla politica dei dividendi. Nel dettaglio prevede la distribuzione cash da riserve sul 2020 con un payout complessivo, tenendo conto dei 694 milioni già erogati, pari al 75% dell'utile netto rettificato dello scorso anno.

La delibera sarà sottoposta a un'assemblea straordinaria nella prima metà di ottobre. La cedola unitaria sarà pari a 9,96 centesimi.

Inoltre la banca intende erogare dividendi sui conti 2021 con un payout dell'utile netto del 70% e pagare un acconto di 7,21 centesimi (circa 1,4 miliardi) il 24 novembre con data stacco il 22.

Il titolo ha accelerato a +1,7% dopo l'annuncio dei conti per poi ripiegare a +0,82%.

(Gianluca Semeraro, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli