Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    45.761,86
    -6.294,86 (-12,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Leonardo ottimista su guidance malgrado problemi divisione Aerostrutture

di Francesca Landini
·2 minuto per la lettura

di Francesca Landini

MILANO (Reuters) - Leonardo è fiduciosa di raggiungere gli obiettivi della guidance per quest'anno su utili, debito e cashflow, malgrado le perdite, superiori alle attese, della divisione Aerostrutture, secondo i vertici del gruppo.

La divisione Aerostrutture, che produce componenti per aerei di linea, continuerà ad avere ordini più contenuti da parte di Boeing e ciò significa che le perdite saranno maggiori quest'anno rispetto al 2020.

L'unità dovrebbe assorbire 350-400 milioni di euro di liquidità nel 2021, ma il gruppo dovrebbe riuscire a raggiungere l'obiettivo per l'intero anno di un flusso di cassa operativo di 100 milioni di euro, in crescita rispetto ai 40 milioni di euro dello scorso anno, grazie a miglioramenti nelle performance delle divisioni elicotteri e aerei, hanno detto i vertici del gruppo.

Leonardo è pronta a considerare sia eventuali opportunità di acquisizioni, sia la vendita di attività non-core, per rinforzare la propria crescita e ridurre il debito allo stesso tempo, ha detto in una conference call l'AD Alessandro Profumo.

Profumo ha aggiunto che i proventi generati dalla quotazione della controllata Drs, nonché quelli potenzialmente derivanti da operazioni di M&A, non sono inclusi nella guidance 2021.

Le dichiarazioni dell'AD hanno spinto il titolo ai massimi da marzo 2020. Alle 13,10 circa Leonardo è in rialzo del 6,1%, a 7,516 euro, sovraperformando il FTSE Mib che è piatto.

"Continuiamo a lavorare per raggiungere il rating investment grade, ma se dovesse presentarsi un'opportunità di M&A, la valuteremo", ha detto Profumo.

Tra le attività che potrebbero essere messe in vendita, l'AD ha citato la business line dell'automazione, mentre a suo parere il settore dell'elettronica per la difesa potrebbe rappresentare un'interessante opportunità di crescita, anche attraverso potenziali M&A.

Leonardo si aspetta che il proprio debito cali alla fine di questo anno a 3,2 miliardi di euro, dai 3,3 miliardi dello scorso dicembre.

L'Ebita è calato di un quarto lo scorso anno, in conseguenza del danno portato dalla pandemia del Covid-19 alle vendite del gruppo nell'aviazione civile.

Il General Manager Lucio Valerio Cioffi, ha detto che l'obiettivo di break-even per la divisione Aerostrutture non è raggiungibile quest'anno e che nei prossimi mesi sarà presentato un piano dettagliato di ristrutturazione.