Italia markets close in 4 hours 33 minutes
  • FTSE MIB

    25.240,09
    +153,54 (+0,61%)
     
  • Dow Jones

    35.058,52
    -85,79 (-0,24%)
     
  • Nasdaq

    14.660,58
    -180,14 (-1,21%)
     
  • Nikkei 225

    27.581,66
    -388,56 (-1,39%)
     
  • Petrolio

    72,02
    +0,37 (+0,52%)
     
  • BTC-EUR

    34.084,58
    +1.952,70 (+6,08%)
     
  • CMC Crypto 200

    943,00
    +66,76 (+7,62%)
     
  • Oro

    1.798,20
    -1,60 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,1806
    -0,0020 (-0,17%)
     
  • S&P 500

    4.401,46
    -20,84 (-0,47%)
     
  • HANG SENG

    25.473,88
    +387,45 (+1,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.088,50
    +23,67 (+0,58%)
     
  • EUR/GBP

    0,8505
    -0,0007 (-0,08%)
     
  • EUR/CHF

    1,0797
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4847
    -0,0044 (-0,30%)
     

Long Rimandato per il Cambio Euro Dollaro? Tutta colpa del Future

·2 minuto per la lettura

Nella giornata di oggi il prezzo dell’euro dollaro ha inaspettatamente intrapreso un movimento ribassista dopo che nello stesso momento il future del dollaro USD è virato verso l’alto rimandando l’attesissimo rialzo del fiber. Il motivo è anche un altro, l’euro dollaro esercita ancora una forte attrazione per i tori del dollaro USA poiché la coppia non è riuscita a rompere la resistenza 1,1970, importante punto di svolta rialzista introdotto qualche analisi fa.

Mentre ci si sposta verso i primi dati importanti di oggi 29 giugno, gli investitori sono ovviamente in attesa dei dati NFP di venerdì. Detto questo, comunque non c’è certezza che questa settimana dal punto di vista macroeconomico genererà qualcosa di significativo nella volatilità per i mercati.

L’euro dollaro per l’ennesima volta in balia della volontà del future USD

Il dollaro americano rimane uno dei punti focali per la volatilità degli ultimi eventi. Tematicamente, ha dimostrato di avere una reattività più tangibile ai recenti cambiamenti nelle previsioni dei tassi per gli Stati Uniti, ma la mancanza di trazione dopo il deflatore PCE della scorsa settimana risuona ancora nelle orecchie dei rialzisti.

Il grafico precedente rende molto bene l’idea del potenziale ribassista del future DXY il quale è sito in una zona a forte trazione ribassista dato anche il rimbalzo dall’area di supply, una zona di swing ribassista che potrebbe portare ad un forte rialzo dell’euro dollaro non appena la quotazione del primo inizierà il ribasso con obiettivo l’area 90/89,50.

Ritornando dal punto di vista del calendario economico, c’è forte attesa del discorso della presidente della BCE Lagarde alle ore 15.40 di oggi. Potrebbe dare ulteriori suggerimenti per carpire i possibili futuri movimento dell’EUR.

Euro Dollaro: uno sguardo all’analisi tecno-grafica

Il fiber è ancora all’interno di una fase laterale dopo il forte ribasso causa FED e al momento i primi input rialzisti non sono stati sufficienti a dare quello strappo long per l’inversione di tendenza.

Gli obiettivi rialzisti, sia quelli di breve che di medio/lungo termine, sono ancora validi:
– 1,2005 (primo target intermedio);
– 1,2083 (secondo target intermedio);
– 1,2243 (massimi di febbraio e ultimo punto di swing ribassista);
– 1,2329 (massimi 2021).

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli