Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.398,13
    -1.479,89 (-2,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Occhi tutti su Euro Dollaro in Vista della Riunione della FED mentre la BCE Difende la propria Politica

·2 minuto per la lettura

Il prezzo dell’euro dollaro era sulla buona strada per segnare tre giorni consecutivi di ribassi per la seconda volta questo mese mentre la BCE sta domando le speculazioni per un cambiamento nella politica monetaria, con il consiglio direttivo Isabel Schnabel che si impegna ad “agire con più pazienza” mentre la Banca Centrale Europea sta faticando a raggiungere il lavoro di stabilità dei prezzi.

In un recente discorso, Schnabel insiste sul fatto che la BCE ha bisogno di “vedere segnali più chiari che l’inflazione si sta muovendo in modo affidabile verso il nostro obiettivo del 2%” prima che la Banca Centrale cambi marcia poiché “l’inflazione dovrebbe essere ancora al di sotto del nostro obiettivo del 2% nel medio termine“. Di conseguenza, Schnabel sostiene che gli strumenti non standard rimarranno cruciali nel tempo a venire, aprendo la via al raggiungimento dell’obiettivo di inflazione, e i commenti suggeriscono che la BCE non ha fretta di normalizzare la moneta politica data la restante incertezza riguardo alla pandemia e alle prospettive economiche e di inflazione. Come si evince, è una situazione difficile per il fiber.

Il dollaro USA domina e torna in primo piano il trend rialzista, ma occhio alle resistenze!

In vista della decisione sui tassi di interesse della Federal Reserve il 22 settembre, l’euro dollaro potrebbe rimanere sotto pressione poiché il presidente Jerome Powell e i funzionari dell FED sembrano essere sulla buona strada per fornire una strategia di uscita, ma un ulteriore calo del tasso di cambio potrebbe alimentare il recente capovolgimento del sentiment al dettaglio come il comportamento osservato all’inizio di quest’anno.

In attesa della riunione del FOMC di domani, negli ultimi giorni il dollaro USA è tornato prepotentemente in primo piano con un movimento rialzista che ha scosso le fondamenta del fiber, portandolo a ridosso del supporto 1,1700.

Ma, come evidente nel grafico precedente, non ha fatto i conti con l’area di supply (zona dei massimi dell’anno), la quale potrebbe innescare un movimento short sul dollaro così da lasciar respirare il cambio euro dollaro.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni euro dollaro

Come anticipato, il rimbalzo del dollaro DXY potrebbe innescare il rialzo del fiber e riprendersi 1,1800, importante prezzo psicologico e possibile trampolino del movimento rialzista.

In questo momento la mossa migliore è attendere le dichiarazione dei membri del FOMC per capire le prossime linee guida della FED.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli