Italia markets open in 22 minutes
  • Dow Jones

    29.872,47
    -173,77 (-0,58%)
     
  • Nasdaq

    12.094,40
    +57,62 (+0,48%)
     
  • Nikkei 225

    26.537,31
    +240,45 (+0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,1943
    +0,0024 (+0,20%)
     
  • BTC-EUR

    14.878,91
    -208,66 (-1,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    345,66
    -24,85 (-6,71%)
     
  • HANG SENG

    26.771,29
    +101,54 (+0,38%)
     
  • S&P 500

    3.629,65
    -5,76 (-0,16%)
     

Previsioni giornaliere fondamentali sul prezzo del petrolio – Il salto globale del PMI aumenta la speranza per la domanda futura

James Hyerczyk
·3 minuto per la lettura

I futures sul petrolio greggio US West Texas Intermediate e sul benchmark internazionale Brent sono scambiati nettamente al rialzo il secondo giorno dopo aver registrato un aumento del 3% lunedì. Entrambi i contratti futures erano stati sotto pressione per quasi due settimane a causa delle preoccupazioni della domanda poiché diversi paesi europei hanno riavviato i blocchi per frenare il coronavirus. Le infezioni hanno recentemente raggiunto un record giornaliero anche negli Stati Uniti ei principali commercianti di petrolio ritengono che potrebbe arrestare la ripresa della domanda.

Alle 11:52 GMT, il greggio WTI di dicembre viene scambiato a $ 37,98, in rialzo di $ 1,17 o + 3,18% e il petrolio greggio Brent di gennaio è a $ 40,12, in rialzo di $ 1,15 o + 2,95%.

Salto nei dati di fabbrica globali innesca un rimbalzo

Entrambi i contratti futures sono scesi di oltre $ 2 all’inizio della sessione di lunedì, ma sono rimbalzati dopo i forti dati di fabbrica in Asia, Europa e Stati Uniti accelerato più del previsto in ottobre, con nuovi ordini che hanno raggiunto il livello più alto degli ultimi 17 anni.

La Cina ha riferito che l’attività della fabbrica è aumentata per il sesto mese consecutivo in ottobre, poiché la fiducia delle imprese è cresciuta al massimo da anni, come ha mostrato un sondaggio privato lunedì.

L’indice Caixin / Markit Purchasing Managers ‘per la produzione cinese è arrivato a 53,6 per ottobre, migliore del 53,0 previsto dagli analisti in un sondaggio Reuters. L’ultima lettura è stata la più alta da gennaio 2011, hanno mostrato i risultati del sondaggio.

In Europa, la crescita manifatturiera nella zona euro è esplosa in ottobre, ma la ripresa da un’attività gravemente depressa al culmine della pandemia di coronavirus è stata ancora una volta guidata principalmente da una Germania vivace, ha mostrato un sondaggio.

L’indice finale dei responsabili degli acquisti di produzione di IHS Markit è salito a 54,8 in ottobre da 53,7 settembre, la sua lettura più alta da luglio 2018 e prima della stima flash di 54,4.

Pressioni sull’OPEC + per rinviare la riduzione del taglio alla produzione

La produzione dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) è aumentata per il quarto mese in ottobre, secondo un’indagine Reuters. L’offerta libica si attesta a circa 800.000 bpd, in aumento di oltre 100.000 bpd rispetto a pochi giorni fa, ha detto sabato a Reuters una fonte libica. I trader ritengono che potrebbe raggiungere 1 milione di bpd entro il 1 ° dicembre.

L’OPEC ei suoi alleati, compresa la Russia, stanno tagliando la produzione di circa 7,7 milioni di barili al giorno per sostenere i prezzi. L’OPEC + terrà una riunione politica il 30 novembre e il 1 dicembre, con alcuni partecipanti al mercato che si aspettano un rinvio dei piani per aumentare la produzione di 2 milioni di barili al giorno da gennaio.

I vertici delle compagnie petrolifere russe e il ministro dell’Energia russo Alexander Novak lunedì hanno discusso di una possibile estensione delle restrizioni alla produzione di petrolio nel primo trimestre del 2021, hanno detto due fonti del settore.

Le ultime due settimane di crollo dei prezzi del petrolio greggio e le aspettative di una domanda inferiore a causa del COVID-19 stanno esercitando pressioni sull’OPEC + per ritardare l’allentamento delle restrizioni alla produzione.

Previsioni giornaliere

Il balzo dei PMI globali sta dando ai commercianti di petrolio un piccolo cuscino mentre i commercianti attendono i prossimi rapporti che probabilmente mostreranno l’impatto negativo sull’economia globale dalle nuove restrizioni poste a causa dell’aumento dei casi COVID-19.

La speculazione che l’OPEC + potrebbe fare una mossa per ridurre la quantità di offerta che colpisce i mercati sta supportando anche il rally di copertura corta.

Il rapporto settimanale sugli inventari dell’American Petroleum Institute (API) di oggi probabilmente passerà in secondo piano rispetto alle elezioni presidenziali statunitensi che potrebbero essere la fonte di volatilità durante la giornata.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: