Italia Markets open in 7 hrs 29 mins

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: la Russia vuole Aumentare ancora la Produzione di Petrolio

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Per l’oro, la seduta di ieri non è stata molto movimentata. Il metallo prezioso continua a guardare ai 1900 dollari l’oncia, una soglia di resistenza psicologica la cui frattura potrebbe spingere il prezzo anche fino ai 1950 dollari.

Tuttavia, visti i bassi volumi di scambio nei prossimi giorni prima della fine dell’anno, è possibile che l’eventuale tendenza rialzista riesca a palesarsi solo con l’arrivo del 2021.

Allo stato attuale, l’EMA a 200 giorni si trova a quota 1811 dollari, una fascia di prezzo che fornisce un supporto particolarmente coriaceo per l’oro.

L’argento si è mostrato invece ancora in rialzo ieri, raggiungendo i 26,2 dollari, rispetto ai 23 dollari di appena un mese fa.

Previsioni sul prezzo del petrolio

Passando al petrolio, nonostante l’ottimismo dovuto alle campagne di vaccinazioni e alle misure di stimolo statunitensi che potrebbero spingere al rialzo la domanda prima del previsto, la risorsa è tornata a contrarsi.

Attualmente, alle ore 08:10, il greggio Wti è scambiato a 47,86 dollari al barile e il Brent a 51,13 dollari al barile.

Anche in questo caso, le ultime giornate e quelle a venire non aiutano il petrolio a capitalizzare e spingersi in rialzo come previsto, a causa degli scarsi volumi.

Inoltre, pesa la proposta della Russia sull’OPEC+ per ridurre ulteriormente i tagli alla produzione di altri 500.000 barili al giorno già a Febbraio 2020, come confermato dal Vice Primo Ministro Alexander Novak.

Previsioni sul prezzo del Gas Naturale

Il gas naturale viene scambiato stamattina a 2,31 dollari esatti, un valore di gran lunga inferiore alle attese che analisti e investitori potevano mostrare pochi mesi fa.

Anche le previsioni meteo negli Stati Uniti non aiutano, con l’ipotesi di un incremento della domanda legato a temperature più fredde in questi ultimi giorni dell’anno e una nuova riduzione già la settimana prossima.

Per il gas restano quindi valide al momento le previsioni precedenti.

Il Calendario Economico della settimana

Nella prima sessione dopo la riapertura post-natalizia, il FTSE MIB milanese ha chiuso in aumento del +0,77% sulla soglia dei 22.300 punti, mentre il CAC40 di Parigi ha guadagnato il +1,20%.

Anche il DAX30 di Francoforte ha mostrato un netto rialzo fino a 13.800 punti (+1,49%), mentre l’Ibex-35 di Madrid ha concluso la corsa solo in lieve aumento del +0,54% dopo una seduta molto più volatile rispetto alla media degli altri indici del vecchio continente.

Dopo il break natalizio, la settimana dei mercati continua quest’oggi con i dati aggiornati sulla fiducia dei consumatori negli Stati Uniti, prevista in lieve aumento grazie ai vaccini, e con diverse aste USA per i Buoni del Tesoro a 52 settimane e a 7 anni.

Domani 30 Dicembre 2020 sarà invece il turno dell’indice dei prezzi all’importazione in Germania e dell’IPC spagnolo. Dall’Italia giungeranno invece i dati sul saldo della bilancia commerciale italiana (extra-UE) e si attenderanno anche diversi dati statunitensi. Tra questi, si segnala l’aggiornamento settimanale sulle scorte e importazioni di petrolio greggio, benzina e raffinati.

Giovedì e Venerdì saranno chiaramente giornate ancora più povere di eventi macroeconomici di rilievo. Nel corso dell’ultimo giorno dell’anno si conosceranno l’indice IPC composito cinese e i dati aggiornati statunitensi sulle richieste di sussidi di disoccupazione, che continuano a rappresentare in questa fase delicata della pandemia un importante indice per prevedere l’andamento del dollaro statunitense.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: