Italia Markets open in 7 hrs 31 mins

Previsioni su Oro, Petrolio e Gas Naturale: Greggio Wti a 50 Dollari dopo le Decisioni dell’OPEC+

Alberto Ferrante
·3 minuto per la lettura

Oro, petrolio e gas naturale si muovono ancora in rialzo in questi primi giorni del nuovo anno, con il metallo prezioso che ha raggiunto alle ore 10:00 di oggi i 1955 dollari l’oncia e il greggio Wti e Brent rispettivamente sopra i 50 e i 54 dollari dopo le decisioni dell’OPEC+.

Previsioni sul prezzo dell’oro

Il mercato dell’oro sta mostrando che il trend di crescita resta solido e che, superata la resistenza intermedia a 1950 dollari, il prezzo potrà spingersi fino a quota 1961 e poi 2023 dollari l’oncia.

Il rally dell’oro, che continua già da tre sedute, è legato alla debolezza del dollaro statunitense e alla scarsa fiducia degli investitori e degli analisti rispetto a una rapida ripresa dell’economia globale nel 2021.

Se la strada sembra spianata per i 2000 dollari, occorre però evidenziare che l’EMA a 100 giorni resta fissato a quota 1901 dollari e che un consolidamento intorno ai valori attuali prima di tentare la nuova scalata appare plausibile.

Previsioni sul prezzo del Petrolio e del Gas Naturale

Il petrolio si sta muovendo ancora in forte rialzo nella giornata di oggi, con il greggio Wti che ha superato i 50 dollari alle ore 10:00 e il Brent che si muove intorno ai 54 dollari al barile.

La corsa del petrolio in queste ultime ore è legata all’accordo in seno all’OPEC+ dopo la riunione degli scorsi giorni per mantenere di fatto la produzione invariata.

Infatti, Russia e Kazakistan potranno aumentare il loro output, ma dall’Arabia Saudita giungeranno dei tagli extra che compenseranno l’aumento di produzione degli altri due Paesi.

Con la produzione sostanzialmente invariata a Febbraio e Marzo 2020, fino ai prossimi aggiornamenti dell’OPEC+, il prezzo del greggio si è quindi portato in netto rialzo e il Wti ha raggiunto i valori massimi degli ultimi 10 mesi, sopra i 50 dollari, con un incremento che aveva superato il +5%.

Per il Wti, l’area di prima resistenza è stimata a 50,07 dollari, superata la quale il prezzo potrà continuare a crescere. Un primo supporto è invece stimato a quota 48,5 dollari.

Fluttuazioni molto più lievi per il gas naturale, che si trova ancora in una fascia di prezzo in cui potrebbe agevolmente catturare l’attenzione degli investitori fino a 2,77 dollari, ai massimi delle ultime settimane.

Il Calendario Economico della Settimana

La settimana continua quest’oggi con altri indici PMI in tutta Europa, a cui faranno seguito il discorso del Governatore Bailey della Bank of England sulle politiche monetarie da attuare per contenere l’impatto del Covid-19 e i consueti aggiornamenti settimanali sulle scorte statunitensi di petrolio greggio e sulla produzione di carburante distillato e benzina.

Domani si attendono con gli ordini alle fabbriche tedesche a Novembre 2020, previsti in netto calo, l’IPC e IAPC italiano e diverse aste delle obbligazioni e bonos spagnoli.

Dopo il rapporto mensile della BCE, si conosceranno anche i dati a livello europeo sulla fiducia dei consumatori e sullo stato di salute delle imprese, oltre alle vendite al dettaglio a Novembre 2020, attese in calo anche del -3%.

La settimana si chiuderà venerdì con la produzione industriale e il saldo della bilancia commerciale in Germania e in Francia a Novembre 2020 e con il tasso mensile di disoccupazione italiano, sempre a Novembre.

Dall’Unione Europea giungeranno invece i dati sul tasso di disoccupazione e le aspettative di inflazione da parte dei consumatori.

Diversi dati sull’occupazione (che influiranno sul cambio EUR/USD) giungeranno anche dagli Stati Uniti, come le buste paga del settore non agricolo, il salario orario medio a Dicembre 2020 e il puro tasso di disoccupazione mensile.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: