Italia markets open in 1 hour 32 minutes
  • Dow Jones

    33.677,27
    -68,13 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    13.996,10
    +146,10 (+1,05%)
     
  • Nikkei 225

    29.667,82
    +129,12 (+0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0016 (+0,13%)
     
  • BTC-EUR

    53.680,98
    +2.789,65 (+5,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.387,52
    +93,53 (+7,23%)
     
  • HANG SENG

    28.901,34
    +404,09 (+1,42%)
     
  • S&P 500

    4.141,59
    +13,60 (+0,33%)
     

Prezzi Oro: Il Bottom? Dipende dal rapporto Oro Giallo/Oro Nero

Federico Dalla Bona
·2 minuto per la lettura

“Segnalare un’inversione di tendenza nei prezzi dell’Oro non è compito facile, ma dovrebbe accadere nella seconda metà di quest’anno”. Lo ha affermato Leigh Goehring, socio amministratore di Goehring & Rozencwajg, società specializzata in Natural Resources Investment e Global Commodities.

La metrica utile da considerare quando si determina l’andamento del prezzo dell’oro è il rapporto oro-petrolio, ha osservato Goehring. All’inizio del 2000, con l’equivalente in dollari di un’oncia d’oro si potevano acquistare circa otto barili di petrolio: “L’oro era radicalmente sottovalutato rispetto al petrolio. Ora è il contrario. Circa cinque mesi fa, con un’oncia d’oro si potevano acquistare più di 50 barili di petrolio. Questo rapporto è ora sceso a 26-27 barili/oncia“.

Il grafico [sotto] evidenzia l’andamento dei prezzi del future Gold quotato in dollari USA, con le quattro maggiori correzioni ribassiste registrate dai minimi di gennaio 2016. La discesa attuale, in via di sviluppo dal picco di agosto 2020, è la più ampia da 5 anni.

Leigh Goehring ha poi puntualizzato che “gli investitori dovrebbero essere consapevoli che il rapporto più corretto tra oro e petrolio dovrebbe essere vicino a 15”. Un rapporto 1:15 tra oro e petrolio significa che il valore di un’oncia d’oro espresso in dollari consente l’acquisto di 15 barili di petrolio.

“Quando quel rapporto raggiungerà un valore di 15, il mercato dell’oro avrà toccato il fondo “, ha detto Goehring. “All’inizio del 2000, quando il rapporto oro-petrolio era davvero basso, non si poteva investire in oro perché tutte le banche centrali non riuscivano a venderlo abbastanza velocemente. Ora invece è il petrolio a essere diventato non-investibile, per il tema del cambiamento climatico. Penso che ogni volta che l’oro diventa più economico rispetto al petrolio, l’oro diventa un grande investimento”, ha aggiunto. Per parlare di livelli precisi, “se il petrolio raggiungesse i $ 90 al barile, ad esempio, e l’oro scendesse a $ 1.650 l’oncia, il rapporto di valore tra i due scenderebbe già a 18, un segnale che si sarebbe molto vicini al bottom”.

Il Quadro Tecnico dell’Oro

Veniamo ai riferimenti tecnici per la prima parte della settimana. Il recupero in atto dai minimi dell’08/03 ha obiettivi di estensione limitati dalla presenza di resistenze aggiornate a 1744/52 e 1780/1785. Non ci sono ancora indicazioni di esaurimento del ribasso che prosegue da agosto 2020, indicazioni che potrebbero giungere solo dopo la rottura di entrambe le resistenze confermata da almeno una chiusura daily.

Segnali di probabile ripresa della debolezza, prima ancora di un test delle resistenze, giungerebbero dal cedimento dei minimi di venerdì a 1696/97. I supporti immediatamente inferiori, potenziali obiettivi ancora attivi, si trovano a 1636/42 e 1580/1585.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: