Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.032,99
    +1.943,99 (+4,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

Prezzi Oro: Liquidità Alle Stelle e Certezze Vacillanti, Terreno Fertile per i Beni di Copertura

Federico Dalla Bona
·2 minuto per la lettura

I prezzi del contratto future sull’oro quotato al CME-Comex stanno facendo registrare alle 17.00 CET di oggi giovedì 22 aprile un modesto arretramento dello 0.41% circa. Grazie ai massimi relativi toccati (sia ieri che oggi) poco sopra quota 1798, il future ha comunque esteso fino al +7.48% circa l’incremento dai minimi dello scorso 8 marzo. Giova ricordare che il picco delle ultime due giornate è stato raggiunto proprio a ridosso della resistenza/target principale fissata con l’approfondimento di una settimana fa a 1799.8/1804.0; non ci aspettiamo quindi che fin dall’immediato ci possano essere ulteriori spunti rialzisti degni di nota.

Secondo il responsabile per le analisi di mercato di Stonex, Rhona O’Connell, a tenere alta la temperatura dei prezzi ci sta pensando “la presenza di un’enorme liquidità ancora alla ricerca di una casa”. O’Connell sostiene che ci sono ancora concrete probabilità di rincaro dell’oro nel secondo trimestre di quest’anno. “L’oro ha ancora un potenziale di rialzo. La ripresa economica dipende in larga misura dagli stimoli del governo e dalle misure-cuscinetto che sarà in grado di fornire anche al settore finanziario, ma le prospettive da questo punto di vista sono assolutamente incerte”. Si rafforza quindi uno dei principali argomenti a favore dei rincari dell’oro, che è ovviamente la copertura contro il rischio. Il FMI stima che l’anno scorso siano stati aggiunti 12 trilioni di dollari ai bilanci delle banche centrali a livello globale, e “il metallo prezioso è ancora considerato un bene necessario in questa fase della ripresa economica”, ha scritto O’Connell nelle previsioni per il secondo trimestre.

Il rischio più grande per la ripresa economica arriva – manco a dirlo – dai nuovi focolai di COVID-19. “La ripresa nel 2021 dipenderà dai progressi nei tassi di immunizzazione, dagli stimoli attuali e dalle dinamiche pre-pandemiche. Sempre secondo O’Connell, “l’euforia per un ritorno alla normalità, che porta a un disattento allentamento delle misure di allontanamento sociale e l’emergere di nuovi focolai di malattie sono uno dei principali rischi in questo scenario”.

Il Quadro Tecnico per l’Oro

Tornando al quadro tecnico segnaliamo che i supporti di breve periodo si sono alzati, per effetto dei rincari dell’ultima settimana, portandosi a 1766/70 e 1754/55. Un innalzamento dei supporti è indice della volontà dei compratori di entrare in posizione pagando progressivamente un po’ di più rispetto alle giornate precedenti; ricordiamo infatti che in analisi tecnica i supporti corrispondono ai punti ove si suppone siano posizionati i compratori. Ci aspettiamo nelle prossime 3-5 sedute un provvisorio riavvicinamento ai supporti seguito da nuova spinta fino a 1817/20. Lo scenario dovrà essere rivisto in presenza di una chiusura daily inferiore a 1754.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: