Italia markets open in 5 hours 47 minutes
  • Dow Jones

    34.269,16
    -473,66 (-1,36%)
     
  • Nasdaq

    13.389,43
    -12,43 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.435,75
    -172,84 (-0,60%)
     
  • EUR/USD

    1,2139
    -0,0013 (-0,11%)
     
  • BTC-EUR

    47.113,82
    +1.098,64 (+2,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.537,89
    +1.295,21 (+533,71%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    -581,89 (-2,03%)
     
  • S&P 500

    4.152,10
    -36,33 (-0,87%)
     

In rialzo sostenuta da titoli 'verdi' e healthcare

·2 minuto per la lettura
Un uomo davanti il logo della Borsa di Shanghai

SHANGHAI (Reuters) - La borsa di Shanghai ha guadagnato terreno sulla scia del rinnovato impegno 'verde' del presidente cinese Xi Jinping, che ha spinto i titoli delle energie rinnovabili, mentre i crescenti contagi di coronavirus in alcuni paesi asiatici hanno contribuito a sostenere il settore healthcare.

L'indice blue-chip CSI300 ha guadagnato lo 0,9% a 5.135,45, mentre l'indice Shanghai Composite è avanzato dello 0,3% a 3.474,17 punti.

In termini settimanali, il CSI300 è avanzato del 3,4%, il miglior guadagno settimanale in due mesi, mentre l'SSEC ha chiuso in rialzo dell'1,4%.

L'indice dei titoli cinesi di protezione ambientale ha guadagnato l'1% dopo che il presidente Xi ha reiterato la promessa di azzerare le emissioni nette di Co2 nella nazione entro il 2060. La Cina inizierà a ridurre gradualmente l'uso del carbone a partire dal 2026, ha detto Xi ieri in occasione di un summit di leader mondiali.

Il settore healthcare ha archiviato solidi guadagni sulla scia dei crescenti casi di Covid-19 in India e Giappone.

Yang Hongxun, analista di Shandong Shenguan, ha detto che il mercato si muoverà lateralmente, poiché gli investitori non riescono a vedere al momento una tendenza chiara.

Gli ha fatto eco Chi Lo, senior economist di Bnp Paribas Asset Management, secondo cui "la banca centrale cinese sta gestendo un complicato doppio mandato di eliminare i rischi dal sistema finanziario e prevenire incidenti finanziari, sostenendo allo stesso tempo la crescita del Pil".

"Questo scenario probabilmente condurrà a un upside per i rendimenti cinesi e a una maggiore volatilità per la borsa cinese nel breve termine", ha detto, prevedendo che ogni allentamento della politica monetaria avverrà probabilmente solo nella seconda metà dell'anno.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)