Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.926,10
    +165,05 (+0,49%)
     
  • Nasdaq

    13.106,20
    +59,01 (+0,45%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    89,21
    -2,88 (-3,13%)
     
  • BTC-EUR

    23.843,75
    -211,82 (-0,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    577,66
    -13,10 (-2,22%)
     
  • Oro

    1.797,20
    -18,30 (-1,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0180
    -0,0077 (-0,75%)
     
  • S&P 500

    4.294,32
    +14,17 (+0,33%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.789,62
    +12,81 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8421
    -0,0035 (-0,41%)
     
  • EUR/CHF

    0,9620
    -0,0035 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,3122
    +0,0020 (+0,16%)
     

Saldi estivi, quanto spenderanno le famiglie e come evitare fregature

Saldi estivi, quanto spenderanno le famiglie e come evitare fregature
Saldi estivi, quanto spenderanno le famiglie e come evitare fregature

Saldi estivi al via. Venerdì 1° luglio si comincia in Sicilia, il 2 luglio toccherà a tutte le altre Regioni ad eccezione della Provincia autonoma di Bolzano (15 luglio). Secondo le stime dell'Ufficio Studi di Confcommercio, quest'anno per l'acquisto di capi scontati ogni famiglia spenderà in media 202 euro - pari a 88 euro pro capite - per un valore complessivo di 3,1 miliardi di euro.

Previsioni estate 2022

"Le stime di spesa media a famiglia per questi saldi estivi - ha spiegato il presidente nazionale di Federazione Moda Italia-Confcommercio, Giulio Felloni - sono in leggero aumento rispetto allo scorso anno e corrispondono al ritorno del turismo nazionale ed internazionale soprattutto sulle coste e nelle città d'arte. I saldi estivi potranno rappresentare una vera opportunità, considerando il generale aumento dei costi e le previsioni di crescita dei listini delle prossime collezioni. Il settore tessile, abbigliamento, calzature ed accessori, infatti, ha finora resistito all'incremento dei prezzi a fronte dell'importante crescita dei costi fissi aziendali per affitti, energia, carburanti, prodotti e servizi, dando alla clientela la possibilità di acquistare a prezzi veramente convenienti".

GUARDA ANCHE - Come risparmiare al supermercato

Come acquistare in sicurezza

Confcommercio ha stilato alcune indicazioni da seguire per lo svolgimento dei saldi in trasparenza e sicurezza. Prima di toccare i prodotti è consigliata la pulizia delle mani, ma non è obbligatoria, attraverso le soluzioni igienizzanti messe a disposizione degli acquirenti. I clienti non devono indossare la mascherina. La possibilità di cambiare il capo dopo che lo si è acquistato è generalmente lasciata alla discrezionalità del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme. In questo caso scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e, nel caso ciò risulti impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il compratore è però tenuto a denunciare il vizio del capo entro due mesi dalla data della scoperta del difetto. Si possono provare i capi negli appositi camerini senza dover indossare mascherine.

Carte di credito e caratteristiche prodotto

Le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante e, in ogni caso, vanno favorite modalità di pagamento elettroniche. I capi che vengono proposti in saldo devono avere carattere stagionale o di moda ed essere suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo. Obbligo del negoziante di indicare il prezzo normale di vendita, lo sconto e il prezzo finale. Qualora il prodotto acquistato in saldo debba prevedere modifiche e/o adattamenti sartoriali alle esigenze della clientela (es. orli, maniche, asole) il costo è a carico del cliente, salvo diversa pattuizione. L'operatore commerciale dovrà darne preventiva informazione al cliente.

GUARDA ANCHE - Truffe online in aumento, esperto: proteggere numero telefonico

Occhio al cartellino

Attenzione al cartellino: il negoziante ha l'obbligo di indicare il prezzo di partenza, lo sconto e il prezzo finale su ciascun capo in modo chiaro e ben leggibile. Per essere sicuro della veridicità dello sconto, si può controllare i prezzi dei capi che si pensa di acquistare nei giorni precedenti l'inizio dei saldi, per poi verificare che, con gli sconti, non vengano maggiorati. I commercianti sono tenuti ad accettare i pagamenti elettronici, quali carte di debito o credito, e non deve essere richiesto alcun pagamento extra per questa scelta.  Per poter cambiare o restituire un prodotto acquistato, è sempre fondamentale conservare lo scontrino fiscale.

Come restituire capi e prodotti

Se il prodotto acquistato è difettoso o non funziona, il consumatore ha diritto a restituirlo e chiederne la riparazione o la sostituzione entro due mesi dall’acquisto; ma se riparazione e sostituzione dovessero risultare troppo onerosi per il venditore, o risultasse impossibile cambiare la merce, si avrà diritto alla restituzione dei soldi o alla riduzione del prezzo, sempre a scelta del consumatore. Invece, restituire la merce acquistata solamente perché non ci soddisfa, anche se perfettamente integra e funzionante, è possibile solo nel caso di acquisti a distanza (sia sul web, che per telefono o corrispondenza): in questo caso, il consumatore può restituire i prodotti acquistati entro quattordici giorni dal loro ricevimento senza necessità di addurre alcuna motivazione, avendo comunque diritto al rimborso delle spese.

Se possibile, provare sempre i vestiti prima di acquistarli; infatti, la possibilità di restituire la merce non gradita ed, eventualmente, di cambiarla con altra resta una possibilità che il venditore può concedere al cliente, ma non un obbligo. Prima di procedere all'acquisto, ricordare di chiedere al venditore se è possibile effettuare un cambio e quanti giorni si hanno a disposizione per farlo. Tenere anche bene a mente che la possibilità di provare gli abiti prima dell'acquisto è rimessa alla discrezionalità del negoziante, ma il consiglio è di diffidare di quei negozianti che non permettono di far provare i capi di abbigliamento o che per farli provare ti chiedono un anticipo.

Come evitare truffe on-line

Per quanto riguarda gli acquisti on-line, fare attenzione a eventuali spese di spedizione o imposte, che potrebbero far lievitare notevolmente il prezzo iniziale. Inoltre, per pagare in sicurezza anche sul web, usa una connessione protetta, verifica che l’indirizzo web inizi per https (non http) ed accertati sempre che durante la transazione, in basso a destra della finestra, compaia l’immagine di un lucchetto.

E' bene ricordare, inoltre, che per legge la merce si può restituire quando si acquista fuori dagli esercizi commerciali fisici entro 14 giorni. Per gli acquisti online è consigliabile verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online. Se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità o di produzione si ha diritto alla sostituzione o al rimborso.

Come ogni anno, infine, il Codacons mette in guardia i consumatori da possibili fregature, e diffonde i consigli utili per fare acquisti in sicurezza durante i saldi, tra cui conservare sempre lo scontrino e avere la garanzie che le vendite devono essere realmente di fine stagione.

GUARDA ANCHE - Abbigliamento falso, multa per chi acquista il capo 'tarocco'

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli