Italia markets close in 1 hour 26 minutes
  • FTSE MIB

    22.455,54
    +74,19 (+0,33%)
     
  • Dow Jones

    30.814,30
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.242,21
    -276,97 (-0,97%)
     
  • Petrolio

    52,36
    0,00 (0,00%)
     
  • BTC-EUR

    30.161,87
    +278,36 (+0,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    707,39
    -27,75 (-3,77%)
     
  • Oro

    1.832,40
    +2,50 (+0,14%)
     
  • EUR/USD

    1,2079
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.862,77
    +288,91 (+1,01%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.599,45
    -0,10 (-0,00%)
     
  • EUR/GBP

    0,8897
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0755
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,5409
    +0,0035 (+0,23%)
     

Sei ranger sono stati uccisi nel parco nazionale della Repubblica Democratica del Congo

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
(AP Photo/Felipe Dana-File)
(AP Photo/Felipe Dana-File)

Lo scorso 10 gennaio un gruppo di uomini armati ha ucciso sei ranger del parco nazionale di Virunga, nella Repubblica Democratica del Congo. Lo riferisce Reuters.

La riserva naturale è un sito Unesco e si trova nella regione di Nyamitwitwi, poco distante dal confine con Uganda e Ruanda. Si tratta del parco nazionale più esteso d’Africa: occupa infatti un’area grande 7.800 chilometri quadrati (più di due volte la Valle d’Aosta).

VIDEO - Repubblica Democratica del Congo, il massacro impunito di 22 anni fa

Non è la prima volta che le sue guardie forestali vengono assalite: fino ad oggi ne sono state uccise 200. Gli attacchi sono stati attribuiti in passato a gruppi di milizie che vogliono mantenere il controllo sulle risorse del Congo orientale, tra cui il carbone, di cui questa area è ricca. A causa delle numerose aggressioni ai ranger avvenute in passato, nel 2018 il parco è stato chiuso ai turisti per otto mesi.

VIDEO - Africa e vaccini: nuove scelte e vecchie alleanze