Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.028,99
    -29,53 (-0,08%)
     
  • Nasdaq

    14.731,73
    +71,15 (+0,49%)
     
  • Nikkei 225

    27.581,66
    -388,56 (-1,39%)
     
  • EUR/USD

    1,1809
    -0,0017 (-0,14%)
     
  • BTC-EUR

    33.661,36
    +1.019,00 (+3,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    933,38
    +3,45 (+0,37%)
     
  • HANG SENG

    25.473,88
    +387,45 (+1,54%)
     
  • S&P 500

    4.402,86
    +1,40 (+0,03%)
     

Terna investirà 18,1 mld euro in rete italiana per transizione energetica

·2 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Terna si è impegnata a investire la cifra record di 18,1 miliardi di euro nella rete elettrica italiana nei prossimi 10 anni per soddisfare le esigenze della transizione energetica e della ripresa economica.

Terna, uno dei maggiori player europei delle reti elettriche, ha detto che i progetti del nuovo piano di sviluppo a lungo termine della rete nazionale consentiranno di ridurre le emissioni di Co2 di 5,6 milioni di tonnellate all'anno, il doppio rispetto ai piani precedenti.

"Grazie all'impegno di tutto il nostro personale, saremo in grado di sviluppare un sistema elettrico sempre più efficiente, sostenibile e 'verde'", ha detto l'amministratore delegato Stefano Donnarumma.

Il futuro della transizione energetica europea dai combustibili fossili alle fonti di energia più pulite dipende fortemente dallo sviluppo di reti digitalizzate più efficienti, per far fronte a flussi meno prevedibili di energia solare ed eolica.

Gli investimenti nella rete contribuiranno a rafforzare i collegamenti tra il sud del paese, che produce più energia elettrica da fonti rinnovabili, e il nord industriale, dove la domanda di energia è maggiore, ha aggiunto Terna.

Il gruppo ha detto, inoltre, di voler investire più di 1,2 miliardi di euro per una nuova linea da 1.000 megawatt con la Svizzera e circa 750 milioni di euro per un nuovo cavo sottomarino di 20 km verso la Grecia per aumentare i flussi di energia rinnovabile.

L'Italia, che dispone di linee elettriche collegate con il Nord Africa, desidera rafforzare il proprio ruolo di snodo elettrico per l'Europa e per il bacino del Mediterraneo. Terna realizza la maggior parte dei propri ricavi dallo sviluppo della rete elettrica domestica ad alta tensione.

(Stephen Jewkes)

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli