Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.304,95
    -285,77 (-1,54%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Truppe russe entrano in periferia Sievierodonetsk nel Donbass

A police officer checks an area during an evacuation of local residents between shelling in the village of Novomykhailivka

KIEV/KHARKIV, UCRAINA (Reuters) - Le truppe russe sono entrate nella periferia della città ucraina di Sievierodonetsk, ha detto il governatore della regione di Lugansk, descrivendo come "molto feroci" i combattimenti in una città che è diventata un obiettivo chiave per l'offensiva di Mosca nel Donbass.

I bombardamenti hanno causato la morte di due civili e il ferimento di altri cinque durante l'avanzata delle truppe russe nei quartieri sud-orientali e nord-orientali della città, ha dichiarato il governatore Serhiy Gaidai.

Gli incessanti bombardamenti hanno causato ingenti danni a Sievierodonetsk, ma il rifiuto di ritirarsi delle truppe ucraine ha rallentato la massiccia offensiva russa nella regione del Donbass, nell'Ucraina orientale.

"Circa il 90% degli edifici è danneggiato. Oltre due terzi delle abitazioni della città sono state completamente distrutte. Non ci sono telecomunicazioni", ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un discorso televisivo.

"La cattura di Sievierodonetsk è un compito fondamentale per gli occupanti... Facciamo tutto il possibile per rallentare questa avanzata".

Ieri il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto che la "liberazione" del Donbass, una regione industriale che comprende Lugansk e Donetsk, è una "priorità assoluta" per Mosca.

Le forze ucraine nel Donbass hanno detto di essere state sulla difensiva per tutta la giornata di ieri. Le forze russe hanno sparato su 46 città e villaggi nelle regioni di Donetsk e Lugansk, uccidendo almeno tre civili, ferendone altri due e distruggendo o danneggiando 62 edifici civili.

I bombardamenti russi sono continuati anche ieri in diverse aree, come a Novy Buh, Mykolaiv e Sumy.

Un soldato ucraino di pattuglia nelle trincee vicino alla città di Bakhmut, a sud-ovest di Sievierodonetsk, ha detto di temere che il suo governo possa essere portato a negoziare una pace che porterebbe l'Ucraina a perdere territorio.

"Sapete cosa temo di più, ora che i combattimenti sono così intensi, così duri?" ha detto a Reuters Dmytro, un ex insegnante di lingua inglese. "Che ci venga detto: Basta, fermiamoci, abbiamo un cessate il fuoco".

"Un accordo negoziato può avvenire solo alle condizioni ucraine e se accadesse ora sarebbe un orrore", ha detto, aggiungendo che una mossa del genere potrebbe porre fine alla carriera di Zelensky.

I leader dell'Unione europea si riuniranno oggi e domani per discutere un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia, tra cui un embargo sul petrolio.

I governi Ue non sono riusciti a trovare un accordo su un sesto pacchetto di sanzioni contro Mosca perché l'embargo proposto sul petrolio russo non è accettabile per l'Ungheria e rappresenta un grosso problema per Slovacchia e Repubblica Ceca.

Prima del vertice, il ministro dell'Economia tedesco Robert Habeck ha espresso il timore che l'unità della Ue stia "iniziando a sgretolarsi" e la bozza delle conclusioni dell'incontro, vista da Reuters, ha indicato che si vedrà poco in termini di nuove decisioni.

Ma il responsabile della politica estera Ue Josep Borrell ha detto che "alla fine ci sarà un accordo", con un'intesa sul prossimo pacchetto di sanzioni entro oggi pomeriggio.

Oggi il ministro degli Affari Esteri francese Catherine Colonna incontrerà Zelensky a Kiev per offrire maggiore sostegno al paese, secondo quanto riferito dal ministero.

PESANTI PERDITE

Non essendo riuscita a conquistare la capitale Kiev nella fase iniziale della guerra, la Russia sta cercando di consolidare la presa sul Donbass, dove ampie zone sono già in mano ai separatisti sostenuti da Mosca.

Il governo ucraino ha esortato l'Occidente a fornire più armi a lungo raggio per ribaltare le sorti della guerra, entrata nel quarto mese. Zelensky ha detto di aspettarsi "buone notizie" nei prossimi giorni.

I funzionari statunitensi hanno detto che tali sistemi di armamento sono attivamente presi in considerazione. Il Canada ha chiesto alla Corea del Sud una fornitura di proiettili d'artiglieria, ha detto oggi Seul, apparentemente per "rimpiazzare" le forniture che Ottawa ha inviato in Ucraina.

Gli analisti dell'Institute for the Study of War di Washington hanno detto che i russi non sono ancora riusciti ad accerchiare Sievierodonetsk e che i difensori ucraini hanno inflitto loro "perdite spaventose".

Gli ucraini stessi stanno subendo gravi perdite, sia tra i civili che tra i combattenti, si legge in un documento informativo.

L'attenzione della Russia su Sievierodonetsk ha sottratto risorse ad altri fronti di battaglia, con il risultato che i progressi altrove sono stati scarsi, dicono gli analisti.

(Tradotto da Alice Schillaci, Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli