Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.755,60
    -622,95 (-1,54%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Un Lunedì Pieno di Sorprese per il Petrolio Greggio

Flavio Ferrara
·2 minuto per la lettura

Come anticipato la settimana precedente, era molto probabile la continuazione rialzista per l’oro nero dopo una chiusura di venerdì in netto rialzo (intorno al 3%) a 59,558 $ al barile.

La relativa conferma di oggi 15 febbraio in gap up suggerisce un petrolio in ottima salute che potrebbe a breve, come analizzato, recuperare le perdite di febbraio 2020.

Ritornando alla seduta odierna, il Crude Oil ha aperto 59,904 $ superando durante la seduta asiatica i 60$ e la prima parte della seduta europea sta confermando il rialzo.

Il petrolio sale in cattedra, i motivi del rialzo

I timori di un forte calo di produzione è uno dei motivi del forte rialzo di oggi. In questi giorni il Texas (una delle regioni più importanti al mondo dal punto di vista della produzione) sta affrontando una forte ondata di freddo la quale potrebbe comportare un importante calo della produzione del petrolio.

Da monitorare la giornata di mercoledì con il dato USA delle scorte del petrolio greggio il quale potrebbe dare un ulteriore suggerimento per avere una più chiara visione di medio/lungo termine del suo andamento.

Analisi e proiezione del petrolio greggio

Al momento della scrittura l’oro nero segna 60,52 $ al barile.

Dal punto di vista settimanale è ben evidente dal grafico seguente il Momentum predominante. In maniera più specifica siamo in piena tendenza rialzista, che ha avuto inizio dopo quasi 4 settimane di fase laterale.

La rottura della lateralità ha dato, ovviamente, inizio dell’Onda 3 Primaria il cui target a 71,73 $ deve prima superare un importante test a 63,07 $, ossia il punto d’inizio del più che citato crollo causa Covid.

Analizzando il petrolio con un Time Frame più basso, il movimento rialzista è ancor più rafforzato dalla chiusura giornaliera/settimanale superiore a 58,873 $, una linea di prezzo annuale.

Dal punto di vista operativo, è saggio attendere un ritracciamento (consigliato in H4) per poi iniziare ad impostare la propria strategia.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: