Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.823,27
    +457,85 (+3,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8989
    +0,0073 (+0,81%)
     
  • EUR/CHF

    1,0823
    +0,0026 (+0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,5540
    +0,0039 (+0,25%)
     

Banco Bpm e Mps forti su ritorno indiscrezioni risiko banche

·2 minuto per la lettura
L'ingresso della sede di banca Monte dei Paschi in centro a Siena
L'ingresso della sede di banca Monte dei Paschi in centro a Siena

Gran fermento sui titoli bancari con il ritorno delle indiscrezioni sul risiko fra gli istituti di credito italiani sulla scia dell'Ops di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca ormai in dirittura d'arrivo.

Oltre al balzo a due cifre di Ubi (+12,94%), dopo il miglioramento dell'offerta proposta da Intesa venerdì con l'aggiunta di una componente cash di 0,57 euro per azione, sotto i riflettori nella seduta odierna ci sono anche Banco Bpm e Banca Mps.

Il Messaggero di domenica ha scritto che UniCredit starebbe esplorando l'ipotesi di un'aggregazione con un rivale italiano e riporta di un incontro tra Jean Pierre Mustier e l'AD di Banco Bpm Giuseppe Castagna. UniCredit non ha commentato. Tuttavia venerdì in un'intervista al quotidiano svizzero Finanz und Wirtschaft il Ceo Mustier ha ribadito che la banca non guarda ad M&A.

Sempre Il Messaggero scrive che in alternativa Banco Bpm potrebbe fondersi con Bper e Mps, secondo un progetto accarezzato dal ministero del Tesoro. Il 30 giugno Reuters ha riferito che Mps sta valutando scenari di integrazione con altri istituti tra cui Banco Bpm. In quell'occasione un portavoce della banca ha smentito "qualsiasi tipo di dialogo in merito a operazioni in corso con Mps". [nL8N2E74UA]

Intorno alle 12,10 Banco Bpm balza del 6,8 euro a 1,49 euro con oltre 35 milioni di pezzi passati di mano da una media a 30 giorni di 25 milioni. Dopo una sospensione al rialzo Banca Mps balza dell'8,2% a 1,69 euro. Trascurata Unicredit che cede lo 0,34% a 8,78 euro.

"Se torna il risiko sulle banche chi è penalizzato è UniCredit che sarebbe l'acquirente", osserva un trader.

Nel daily Mediobanca Securities rileva che "Mustier ha ripetutamente detto di non essere interessato a M&A domestico o cross border, pertanto è difficile vedere un cambio di strategia in UniCredit a questo punto". Secondo un primario broker italiano, "la bassa valutazione del Banco potrebbe risultare attrattiva in un'ottica di M&A".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)