Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    38.511,64
    -200,57 (-0,52%)
     
  • Nasdaq

    17.602,80
    -5,64 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    38.720,47
    -156,24 (-0,40%)
     
  • EUR/USD

    1,0738
    -0,0077 (-0,71%)
     
  • Bitcoin EUR

    62.256,54
    -2.600,08 (-4,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.414,51
    +1,55 (+0,11%)
     
  • HANG SENG

    18.112,63
    +174,79 (+0,97%)
     
  • S&P 500

    5.413,44
    -7,59 (-0,14%)
     

Banco Bpm, utile trim4 sopra attese, migliora dividendo

Logo Bpm a Milano

ROMA (Reuters) - Banco Bpm ha confermato la guidance sull'utile netto per azione per il 2023 dopo che l'aumento dei tassi di interesse ha contribuito a superare le previsioni sugli utili del quarto trimestre.

Lo dice una nota diffusa dalla banca al termine del Cda che ha anche deliberato la distribuzione di un dividendo di 23 centesimi per azione sugli utili del 2022, dai 19 centesimi dell'anno precedente, mantenendo la guidance di 50% di dividend payout ratio.

La terza banca italiana ha registrato nell'ultimo trimestre del 2022 un utile netto più che raddoppiato rispetto all'anno precedente, pari a 210 milioni di euro, superando le previsioni di 178 milioni di euro espresse in un sondaggio Reuters.

Per l'intero 2022 l'utile per azione si attesta a 46 centesimi, leggermente sopra la guidance, già rivista al rialzo, indicata dalla banca lo scorso novembre di 45 centesimi.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Banco Bpm si aspetta per il 2023 un utile per azione superiore a 60 centesimi, confermando la guidance di novembre, migliorata rispetto all'obiettivo di 49 centesimi fissato nel suo piano industriale.

"Per l'intero esercizio si prevede un significativo miglioramento dell’utile netto del Gruppo rispetto allo scorso anno, con un trend che, anche in proiezione, supera sia la traiettoria di redditività che i target complessivamente delineati nel Piano Strategico", dice il comunicato.

Il margine di interesse nel quarto trimestre è salito del 43,1% a fronte di una flessione dell'8% circa delle commissioni.

Nel 2022 l'Npe ratio lordo è sceso al 4,2% dal 5,6% di inizio anno.

Il Cet 1 ratio fully phased si è attestato al 13,3% da 12,4% di fine settembre, con l'Mda buffer fully phased a 464 punti base.

Comunicato integrale

(Francesca Piscioneri, editing Claudia Cristoferi)