Italia markets open in 4 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.354,69
    +230,41 (+0,82%)
     
  • EUR/USD

    1,1422
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • BTC-EUR

    37.484,36
    -484,33 (-1,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.029,84
    +4,11 (+0,40%)
     
  • HANG SENG

    24.247,17
    -136,15 (-0,56%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Borsa Italiana, in 2021 boom Ipo su ex Aim, Intesa e Stellantis le più scambiate

·3 minuto per la lettura
La facciata della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - A fine dicembre si contano sui mercati di Borsa Italiana 407 società quotate, di cui 232 su Euronext Milan e 174 su Euronext Growth Milan, il mercato di crescita dedicato alle piccole e medie imprese (ex Aim). La capitalizzazione complessiva delle società quotate al 23 dicembre si attesta a 757 miliardi di euro, pari al 43,1 % del Pil.

Questi i dati salienti di Borsa Italiana nel consuntivo relativo al 2021 che ha visto l'indice delle principali blue chip FTSE Mib salire del 23% a fronte di un calo del 5% registrato nell'anno tremendo della pandemia il 2020.

Una nota di Borsa Italia evidenzia che nel 2021 ci sono state 49 Ipo, un dato record dal 2000, quasi tutte sul segmento Euronext Growth Milan (44), a fronte delle 22 realizzate nel 2020 e le 41 nel 2019.

Intesa Sanpaolo si conferma anche per quest'anno come l'azione più scambiata per controvalore, con un totale di 53,4 miliardi di euro, mentre Stellantis è la più scambiata in termini di contratti con poco meno di 4,6 milioni di contratti.

Nel 2021 il totale della raccolta è stato pari a 3.667,2 milioni di euro di cui 2.335,5 dovuto alle Ipo sui mercati di Borsa Italiana. In aggiunta ci sono state 16 operazioni di aumento di capitale in opzione con un controvalore superiore al miliardo di euro.

Nel 2021 le OPA sono state 21 per un controvalore di 6.979,3 milioni di euro, si legge nel comunicato.

All'interno del mercato azionario il comparto delle Pmi, e in particolare il segmento Star, si è distinto per aver sovraperformato gli indici principali: l'indice FTSE Italia Star registra una crescita su base annua del 41,2%. Durante l'anno ha superato quota 60.000, più volte, raggiungendo il valore massimo annuale e record storico (66.037 l'8 di novembre 2021).

L'indice FTSE Italia Growth registra una crescita su base annua del 54,5%, raggiungendo il massimo di 11.413 il 10 dicembre 2021. L'indice FTSE Italia Mid Cap cresce del 28,3%, raggiungendo il record storico di 52.005 l’8 novembre. L'indice FTSE Italia Small Cap cresce del 48,9% rispetto alla fine dello scorso anno.

Infine, per quanto riguarda il mercato obbligazionario, Il Mot registra 1.386 strumenti complessivamente quotati al 23 dicembre scorso (159 Titoli di Stato, 57 obbligazioni e 1.170 Eurobonds e ABS).

Nel corso dell'anno sono state distribuite sul mercato MOT la terza e la quarta emissione del BTP Futura, per una raccolta complessiva di oltre 8,7 miliardi di euro e 223,5 mila contratti conclusi nelle fasi di distribuzione. Sul mercato MOT sono state distribuite anche 5 obbligazioni emesse da società italiane quotate (Newlat Food, Italian Wine Brands, Wiit, Alerion Clean Power e Ovs) per una raccolta complessiva pari a 840 milioni.

Particolare sviluppo ha avuto il segmento dedicato ai Green e Social Bond dei mercati di Borsa Italiana nato nel 2017: ha raggiunto 237 strumenti per un outstanding complessivo superiore ai 304,2 miliardi di euro, spiega la nota.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli