Italia markets close in 4 hours 41 minutes
  • FTSE MIB

    24.378,85
    +345,80 (+1,44%)
     
  • Dow Jones

    32.223,42
    +26,76 (+0,08%)
     
  • Nasdaq

    11.662,79
    -142,21 (-1,20%)
     
  • Nikkei 225

    26.659,75
    +112,70 (+0,42%)
     
  • Petrolio

    114,74
    +0,54 (+0,47%)
     
  • BTC-EUR

    28.994,08
    +345,83 (+1,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    684,56
    +441,88 (+182,09%)
     
  • Oro

    1.827,40
    +13,40 (+0,74%)
     
  • EUR/USD

    1,0519
    +0,0080 (+0,77%)
     
  • S&P 500

    4.008,01
    -15,88 (-0,39%)
     
  • HANG SENG

    20.602,52
    +652,31 (+3,27%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.740,29
    +54,95 (+1,49%)
     
  • EUR/GBP

    0,8433
    -0,0034 (-0,40%)
     
  • EUR/CHF

    1,0471
    +0,0018 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,3475
    +0,0069 (+0,51%)
     

Borse Europa in rialzo su sollievo per pagamento Evergrande, trimestrali positive

·2 minuto per la lettura
La sede centrale di China Evergrande a Shenzen

(Reuters) - L'azionario europeo è in rialzo e scambia vicino ai massimi di sei settimane dopo che lo sviluppatore immobiliare cinese Evergrande ha pagato a sorpresa le cedole di diversi bond e grazie a titoli tech in rialzo e ai solidi risultati registrati da L'Oreal.

L'indice paneuropeo STOXX 600 avanza dello 0,6% e si avvia a chiudere la terza settimana consecutiva in rialzo sulla scia dei guadagni dei titoli asiatici, che sono avanzati sulla notizia del pagamento effettuato a sorpresa da Evergrande per evitare un possibile default.

Per quanto riguarda i settori europei, il comparto dei beni personali e per la casa e quello dei titoli tech salgono entrambi dell'1,4% e registrano tra i maggiori guadagni.

Il benchmark francese CAC 40 avanza dell'1,1% e fa meglio degli altri indici europei, sulla scia di un balzo del 6,1% di L'Oreal in seguito alla pubblicazione di ottimi risultati trimestrali.

Il titolo dell'azienda olandese di attrezzature per semiconduttori Asml e la società tedesca che produce software SAP salgono del 2,7 e dell'1,7% rispettivamente dopo i rallentamenti degli scorsi giorni che hanno fatto seguito alla pubblicazione dei risultati.

Gli investitori sembrano aver ignorato i risultati del sondaggio Pmi a cura di Ihs Markit che mostra che questo mese la crescita dell'attività economica della zona euro è rallentata a causa dell'aumento dei costi per le imprese legato ai problemi sulle catene di approvvigionamento, mentre il settore dei servizi, principale comparto del blocco, fatica a causa dei costanti timori inerenti al Covid-19.

La francese Renault cede lo 0,7% dopo aver reso noto che gli le perdite nella produzione saranno ben più ampie rispetto alle precedenti previsioni a causa della scarsa disponibilità di chip a livello globale.

Anche l'azienda mineraria svedese Boliden è scivolata di oltre il 5% dopo che l'utile operativo per il quarto trimestre è sceso ben al di sotto delle previsioni di mercato a causa delle pressioni esercitate da costi più alti e minori volumi.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli