Italia Markets open in 5 hrs 27 mins

Carige, al via assemblea su aumento con 47,6% capitale, al momento senza quota Malacalza

Il logo della Banca Carige presso una filiale a Roma

GENOVA (Reuters) - E' iniziata l'assemblea straordinaria di Banca Carige chiamata ad approvare un aumento di capitale da 700 milioni di euro, parte cruciale del piano di salvataggio da 900 milioni sostenuto dal Fondo interbancario.

L'assemblea si è regolarmente costituita con una quota del capitale presente pari al 47,6%, superiore al quorum necessario.

Secondo una fonte a conoscenza della situazione la quota del primo azionista Malacalza Investimenti, pari al 27,5%, non è al momento compresa nel capitale presente.

Malacalza gioca un ruolo decisivo per l'esito dell'assemblea. Vista la propria posizione critica sul piano di salvataggio che vedrebbe diluire drasticamente la partecipazione in mano alla famiglia piacentina, una sua assenza al momento del voto spianerebbe la strada all'approvazione del piano.

Malacalza potrebbe tuttavia registrare le sue azioni successivamente e dunque partecipare al voto.

Lo scorso dicembre i Malacalza si erano astenuti, bloccando l'aumento di capitale da 400 milioni e provocando il commissariamento della banca da parte della Bce.

Il piano di salvataggio prevede un aumento di capitale da 700 milioni e l'emissione di un nuovo bond subordinato da 200 milioni.

L'aumento è riservato per 313,2 milioni allo Schema Volontario del Fitd (Svi) a fronte della conversione del bond subordinato sottoscritto a novembre, e per 238,8 milioni allo stesso Fitd. Una tranche da 63 milioni è riservata a Cassa Centrale Banca e una da 85 milioni agli attuali azionisti della banca.

Il Fitd si è inoltre impegnato a garantire l'eventuale inoptato della tranche riservata agli attuali soci.

Agli azionisti che avranno aderito all'aumento per la tranche loro riservata saranno destinati dei warrant gratuiti nel rapporto di uno ogni quattro azioni ordinarie sottoscritte con un ulteriore aumento di capitale pari a 21,25 milioni.

Il piano prevede inoltre che Cassa Centrale Banca possa esercitare un'opzione per acquistare a sconto le azioni dallo Svi e Fitd tra il primo luglio 2020 e il 31 dicembre 2012, diventando in prospettiva l'azionista di riferimento di Carige.



(Reporting by Andrea Mandalà)