Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.281,29
    -46,50 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    13.444,56
    +65,52 (+0,49%)
     
  • Nikkei 225

    28.406,84
    +582,01 (+2,09%)
     
  • EUR/USD

    1,2225
    +0,0068 (+0,56%)
     
  • BTC-EUR

    35.706,75
    +516,41 (+1,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.223,94
    -29,20 (-2,33%)
     
  • HANG SENG

    28.593,81
    +399,72 (+1,42%)
     
  • S&P 500

    4.161,57
    -1,72 (-0,04%)
     

ESCLUSIVA - Dbs, StanChart tra interessati a consumer banking di Citi in Asia - fonti

di Anshuman Daga e Sumeet Chatterjee e Nupur Anand
·2 minuto per la lettura
Esterno della sede Citibank a New York

di Anshuman Daga e Sumeet Chatterjee e Nupur Anand

(Reuters) - Alcune banche, tra cui Dbs, Mitsubishi UFJ Financial Group (MUFG), Ocbc e Standard Chartered, sono pronte a fare offerte per parti delle attività di consumer banking di Citigroup in Asia.

Lo hanno riferito fonti a conoscenza della situazione, aggiungendo che il processo di vendita prenderà il via entro un paio di settimane.

La mossa arriva dopo che Citi ha detto di voler uscire dalle attività consumer in 13 mercati, 10 dei quali in Asia, per concentrarsi sulle attività maggiormente lucrative di institutional e wealth management in quei mercati.

Le attività che Citi sta cedendo l'anno scorso avevano asset per un totale di 82 miliardi di dollari, secondo quanto reso noto da Citi.

Dal momento che Citi non sta cedendo le licenze bancarie nella maggior parte di questi paesi, la vendita delle filiali e dei portafogli consumer banking attirerà l'interesse soltanto degli istituti che hanno già una presenza nei paesi in questione, secondo le fonti.

"L'Asia è centrale nella nostra strategia, e noi intendiamo stanziare risorse per giungere ad una crescita redditizia della nostra attività" ha detto un portavoce di Citi ad Hong Kong, senza commentare il processo di vendita.

Rappresentanti di Mufg e StanChart, così come di Sumitomo Mitsui Financial Group, altro possibile compratore secondo le fonti, non hanno commentato.

"Dbs è sempre stata aperta all'esplorazione di opportunità sensate in mercati dove abbiamo già una presenza per quanto riguarda il consumer banking (Cina, India, Indonesia e Taiwan)", ha detto la banca, la più grande di tutta l'Asia Sudorientale, in un comunicato.

Il business consumer di Citi in India, inclusi depositi retail, mutui e carte di credito, e le attività taiwanesi sarebbero tra le componenti di maggior valore del portafoglio consumer asiatico della banca, secondo le fonti.

Dbs, la sola grande banca estera con una sussidiaria indiana posseduta interamente, sta guardando alle attività di Citi in India, che potrebbero attirare anche StanCHart e le banche locali Kotak Mahindra Bank and Axis Bank, hanno aggiunto le fonti.

Sbi Cards and Payment Services, controllata della State Bank of India, sta a sua volta considerando un'offerta per il portafoglio delle carte di credito di Citi in India, secondo due delle fonti.

Kotak Mahindra non ha commentato. Axis bank e Sbi Cards non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento.

L'attività consumer banking di Citi nei 13 mercati pesa per 4,2 miliardi di dollari dei 73,3 miliardi di ricavi registrati dalla banca nel 2020. Tutti i mercati da cui sta uscendo hanno registrato una perdita combinata di 40 milioni di dollari nelle attività di consumer banking nello stesso anno.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)