Italia markets close in 4 hours 51 minutes
  • FTSE MIB

    24.539,47
    +44,40 (+0,18%)
     
  • Dow Jones

    34.548,53
    +318,19 (+0,93%)
     
  • Nasdaq

    13.632,84
    +50,42 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,62
    -0,09 (-0,14%)
     
  • BTC-EUR

    46.738,43
    -1.802,09 (-3,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.473,30
    +1,89 (+0,13%)
     
  • Oro

    1.821,10
    +5,40 (+0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,2080
    +0,0012 (+0,10%)
     
  • S&P 500

    4.201,62
    +34,03 (+0,82%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.022,15
    +22,71 (+0,57%)
     
  • EUR/GBP

    0,8673
    -0,0010 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0970
    +0,0023 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,4708
    +0,0046 (+0,31%)
     

Facebook, arriva il riconoscimento facciale al posto della password

Duccio Fumero
Con una scansione facciale e gli algoritmi a disposizione di Facebook l’iscrizione permetterà all’azienda di Menlo Park di garantire che i suoi utenti abbiano più di 13 anni.
Con una scansione facciale e gli algoritmi a disposizione di Facebook l’iscrizione permetterà all’azienda di Menlo Park di garantire che i suoi utenti abbiano più di 13 anni.

Dopo l’iPhone toccherà a Facebook. Parliamo del riconoscimento facciale, cioè la possibilità di accedere al proprio smartphone, nel primo caso, o al proprio social preferito senza dover inserire la password. La notizia la dà TechCrunch, secondo cui Facebook starebbe testando una modalità di verifica dell’identità basata sul riconoscimento facciale, necessario per loggarsi e sbloccare gli account.

Una notizia che viene confermata da Menlo Park, dove si specifica che l’accesso tramite riconoscimento facciale avverrebbe insieme all’autenticazione a due fattori tramite sms, utile a incrementare la sicurezza degli account e permettere agli utenti di confermare facilmente la loro identità. Anzi, il riconoscimento in realtà verrebbe utilizzato solo quando l’autenticazione a due fattori dovesse fallire.

Nel momento in cui entrerà in vigore, dunque, gli utenti Facebook saranno chiamati a effettuare un accesso durante il quale il social network registrerà il nostro viso. Verrà, dunque, effettuata una scansione matematica del volto, che verrà memorizzata sui server dell’azienda di Menlo Park. Secondo un portavoce dell’azienda, però, la funzione sarà disponibile come opzionale e possibile solo sui dispositivi che gli utenti abbiano già utilizzato in passato per accedere ai diversi profili.

Sicurezza per gli utenti, che così vedranno rendere ben più difficile ai malintenzionati di accedere ai propri account, ma non solo. Perché uno dei limiti – o meglio dei problemi – dei social network è che essi, in teoria, sarebbero vietati a utenti sotto una certa età. Ma ovviamente un controllo certo sull’età di chi si iscrive è difficile. Ora, però, con una scansione facciale e gli algoritmi a disposizione di Facebook l’iscrizione ai social attraverso il riconoscimento facciale permetterà all’azienda di Menlo Park di garantire che i suoi utenti abbiano più di 13 anni, l’età limite per iscriversi al social network.