Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.744,77
    -840,11 (-2,43%)
     
  • Nasdaq

    14.612,15
    -431,82 (-2,87%)
     
  • Nikkei 225

    30.500,05
    +176,75 (+0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1732
    0,0000 (-0,00%)
     
  • BTC-EUR

    37.375,18
    -3.517,86 (-8,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.096,61
    -37,77 (-3,33%)
     
  • HANG SENG

    24.099,14
    -821,62 (-3,30%)
     
  • S&P 500

    4.325,02
    -107,97 (-2,44%)
     

Fedez denunciato per «vilipendio delle Forze Armate»

·1 minuto per la lettura

Fedez è di nuovo nei guai.

Stavolta a puntare il dito contro il rapper è l'Associazione pro territorio e cittadini onlus, che nelle ultime ore ha inoltrato una denuncia nei confronti del brano "Tu come li chiami".

Secondo un report di Adnkronos, a farsi portavoce dell'Associazione è stato il colonnello dei Carabinieri in congedo Roberto Colasanti, che negli atti parla di «vilipendio delle forze armate dello stato in violazione dell'art.290 c.p. per aver realizzato e diffuso tramite la rete internet il testo della canzone "Tu come li chiami", contenente ripetute frasi offensive dei carabinieri e dei militari quali appartenenti alle forze armate della Repubblica italiana».

A quanto pare, il brano sarebbe colpevole di «istigazione a delinquere» e inoltre «invita pubblicamente i suoi ascoltatori a vilipendere le forze armate della repubblica italiana (carabinieri e militari) chiamandoli infami e definendoli figli di cani».

A fare da supporto a Colasanti e alla Associazione pro territorio e cittadini onlus, si unisce la relazione tecnica della Legal technology solutions srl, che su incarico dell'Associazione «ha proceduto all'acquisizione con metodologia forense delle pagine web di cui viene chiesto l'oscuramento, in cui è presente il testo della canzone».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli