Italia Markets open in 8 hrs 41 mins

Forex, Euro a minimo 7 settimane, Pmi non riescono a sostenerlo

Banconote da 200 e 100 euro

LONDRA (Reuters) - L'euro ha recuperato brevemente nei confronti del dollaro dopo il Pmi tedesco migliore delle attese, per poi riportarsi sui minimi da sette settimane -- a 1,1049 -- toccati sui toni più 'dovish' del previsto da parte della Bce.

In base alla lettura flash del Pmi tedesco, a gennaio il settore manifatturiero è salito a 45,2, oltre le attese che erano pari a 44,5; in miglioramento anche servizi e composito, rispettivamente a 54,2 e 51,1 (consensus a 53 e 50,5).

Meglio delle attese anche la stima flash del Pmi manifatturiero relativo alla zona euro, che a gennaio sale a 47,8 contro attese pari a 46,8. Meno bene servizi e composito, che si sono attestati rispettivamente a 52,2 e 50,9, entrambi sotto il consensus.

Sul fronte Bce, "qualcuno sperava che (la presidente Christine) Lagarde parlasse della possibilità di una normalizzazione della politica monetaria dopo che la Riksbank ha messo fine ai tassi di interesse negativi alla fine dell'anno scorso. Ma non sono arrivate assolutamente indicazioni da parte sua in tal senso", commenta Kazushige Kaida, a capo del settore foreign exchange di State Street Bank.

La banca centrale svedese ha messo fine a cinque anni di tassi negativi il mese scorso, nonostante un rallentamento dell'economia in Svezia.

L'indice del dollaro, che misura l'andamento del biglietto verde nei confronti di un paniere di sei valute, si avvia a chiudere la terza settimana consecutiva in positivo.






(Antonella Cinelli, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)