Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    19.944,76
    -69,28 (-0,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Formaggi da tavola: ecco qual è la marca preferita dagli italiani

Formaggi da tavola: ecco qual è la marca preferita dagli italiani
Formaggi da tavola: ecco qual è la marca preferita dagli italiani

Di formaggi da tavola, in Italia, ce ne sono davvero tantissimi: dalla fontina alla mozzarella, dal certosino al quartirolo, dal parmigiano reggiano al pecorino sardo, laziale e toscano, e poi asiago, burrata, stracciatella, caciocavallo, fontina, gorgonzola, robiola, taleggio, squacquerone e chi più ne ha, più ne metta. Da Nord a Sud, il nostro Paese ha grande storia di produzione di formaggi, ognuno con le proprie caratteristiche di lavorazione e un appropriato utilizzo in cucina.

LEGGI ANCHE - Buoni pasto verso l'addio? I supermercati potrebbero non accettarli più

Questa enorme varietà ha anche fatto sì che, nel tempo, specifici attori di mercato siano riusciti a farsi strada diventando le principali aziende concorrenti nella produzione di formaggi da tavola a livello sia nazionale sia internazionale. Tanto che, secondo gdonews.it che ha analizzato i numeri del 2020, sono quattro i player principali dei formaggi da tavola in Italia: Gennaro Auricchio, Corte Parma Alimentare, Francia Latticini e Centrale del latte del Molise.

VIDEO - Dieta degli Azzurri agli Europei: i segreti del nutrizionista della Nazionale

LEGGI ANCHE - Supermercati, effetto guerra: il 14% delle famiglie in difficoltà nel fare la spesa

Specializzata nella produzione di provolone e formaggi a base di latte ovino, Gennaro Auricchio è stata fondata nel 1877 a San Giuseppe Vesuviano ed ha attualmente sede a Cremona. Corte Parma Alimentare, insediata tra le province di Reggio Emilia, Modena e Parma, è nata invece nel 2001 come attività artigianale di affettamento e inaugurando il suo ingresso nel comparto lattiero caseario solo nel 2017. Francia latticini è una storica azienda casearia dell'Agro Pontino, fondata nel 1995 e oggi leader nella produzione di Mozzarella di Bufala Campana Dop. Infine, nata come piccolo caseificio artigianale nel 1963, la Centrale del latte del Molise ha la sua sede in provincia di Campobasso ed è specializzata nella produzione di mozzarelle di diverso tipo e forme, fior di latte, stracciatella, burrata, ricotta, scamorza, caciocavallo e latte.

LEGGI ANCHE - I prodotti con i marchi dei supermercati fanno risparmiare? Lo studio

Proprio la Centrale del latte del Molise, secondo gdonews.it, è riuscita ad affermarsi come attore principale nella produzione di formaggio da tavola: i suoi ricavi, infatti, sono cresciuti in modo costante negli ultimi dieci anni e l'azienda ha persino investito 12 milioni di euro per il miglioramento della sostenibilità aziendale dei suoi stabilimenti. Il gruppo caseario, si legge, è "ben capitalizzato" e ha "un debito assolutamente gestibile".

VIDEO - Latticini e formaggi fanno male? Ecco perché non possono mancare nella dieta: i benefici segreti

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli