Italia markets open in 2 hours 41 minutes
  • Dow Jones

    34.869,37
    +71,37 (+0,21%)
     
  • Nasdaq

    14.969,97
    -77,73 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    30.109,93
    -130,13 (-0,43%)
     
  • EUR/USD

    1,1697
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    36.545,92
    -1.420,55 (-3,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.058,96
    -42,56 (-3,86%)
     
  • HANG SENG

    24.561,75
    +352,97 (+1,46%)
     
  • S&P 500

    4.443,11
    -12,37 (-0,28%)
     

Gas Naturale, Norvegia Incrementa La Sua Offerta. Potrebbe Essere Un Trampolino Di Lancio Per La Commodity?

·2 minuto per la lettura

Nella giornata del 27 agosto la Norvegia ha iniziato ad estrarre gas naturale dal suo più grande giacimento, chiamato Troll. Questo avviene nell’ambito della fase 3 del suo giacimento. Ciò garantirà un’attività dell’impianto oltre il 2050, secondo Equinor.

La Norvegia risulta uno dei maggiori fornitori di gas naturale dell’Unione Europea. Infatti, soddisfa circa l’8% del fabbisogno europeo. Il 22% dei consumi di gas naturale in tutta Europa viene coperta dalla Norvegia.

Nel frattempo Germania e Russia dibattono con gli Stati Uniti circa il gasdotto Nord Stream 2, subendo grossi ritardi di costruzione. Qui entra in gioco la diatriba sulla dipendenza dell’Europa dal gas russo. Si prospetta di estrarre circa 347 miliardi di metri cubi di gas naturale secondo le stime di Equinor.

A tutto ciò si aggiungono le richieste della politica europea di ridurre l’attività di estrazione per combattere il surriscaldamento globale. L’Unione Europea mira a ridurre le emissioni di gas serra del 55% entro il 2030 e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Dalle affermazioni dei vertici dell’UE si capirebbe che si opterà per un mix di risorse energetiche, maggiormente incentrate su quelle green. Gli obiettivi sono di una riduzione del 70% di carbone (anno di riferimento 2015), del 30% e del 25% rispettivamente di petrolio e gas naturale

Bene Il Future Sul Gas Naturale Nella Sessione USA

Dalla settimana del 22 giugno 2020 il future sul gas naturale avvia una grande fase rialzista. Questo trend porta la quotazione da un minimo di $ 1,44 a $3,39 registrato nella settimana del 2 novembre. Dopo c’è stata una correzione, segnando un minimo di $ 2,238, per poi riprendere il passo e raggiungere il lunedì di questa settimana il suo massimo a $ 4,526. L’aumento della quotazione nel periodo giugno 2020 – agosto 2021 è stato del 206,95%.

Nelle due giornate successive la quotazione scende all’attuale $ 4,435, a causa delle prese di profitto dei trader della commodity. La settimana scorsa l’incremento di prezzo è stata del 13,94%, rompendo la soglia a $ 4,143. il prezzo di mercato del future sul gas naturale sta raggiungendo i massimi di novembre 2018, precisamente a $ 4,929.

La commodity sta risentendo della soglia di Fibonacci a $ 4,374. Andando molto indietro nel tempo, cioè nel 2013, questa soglia ha funzionato da resistenza respingendo la quotazione a $3,12. La rottura settimanale di questa soglia, potrebbe dare un grande impulso al rialzo.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli