Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    35.398,82
    -11,28 (-0,03%)
     
  • Dow Jones

    40.003,59
    +134,19 (+0,34%)
     
  • Nasdaq

    16.685,97
    -12,33 (-0,07%)
     
  • Nikkei 225

    38.787,38
    -132,92 (-0,34%)
     
  • Petrolio

    80,00
    -0,06 (-0,07%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.883,41
    -786,16 (-1,27%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.354,06
    -19,78 (-1,44%)
     
  • Oro

    2.419,80
    +2,40 (+0,10%)
     
  • EUR/USD

    1,0872
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    5.303,27
    +6,17 (+0,12%)
     
  • HANG SENG

    19.553,61
    +177,11 (+0,91%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.064,14
    -8,31 (-0,16%)
     
  • EUR/GBP

    0,8564
    -0,0012 (-0,14%)
     
  • EUR/CHF

    0,9876
    +0,0033 (+0,33%)
     
  • EUR/CAD

    1,4791
    -0,0003 (-0,02%)
     

Ita, Lufthansa propone a Ue correttivi simili a proposta precedente - fonti

Ita Airways presenta la nuova flotta di aerei all'aeroporto di Fiumicino

di Foo Yun Chee e Ilona Wissenbach e Giuseppe Fonte

BRUXELLES/FRANCOFORTE/ROMA (Reuters) - Le nuove misure correttive proposte da Lufthansa alla Commissione europea per l'acquisto di una quota di ITA Airways non sono molto diverse da quelle precedenti che erano già state respinte dalle autorità antitrust dell'Unione europea.

Lo hanno riferito alcune fonti vicine alla vicenda, secondo le quali l'autorità di vigilanza Ue ha anche escluso che Ryanair possa essere considerato un vettore concorrente nella valutazione dell'operazione sotto il profilo antitrust.Lufthansa ha presentato le nuove misure correttive alla Commissione europea giovedì scorso, tre mesi dopo che la sua prima proposta era stata giudicata insufficiente. L'autorità europea per la concorrenza e la compagnia aerea tedesca non hanno fornito dettagli in nessuna delle due occasioni.

La prima offerta comprendeva la cessione di slot aeroportuali, diritti di traffico e aerei, secondo quanto riferito all'epoca da una fonte.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I nuovi 'remedies' non sono molto diversi da quelli presentati in precedenza, anche se c'è la possibilità di apportare modifiche in seguito al feedback della Commissione, dei vettori concorrenti e dei clienti, hanno detto le fonti.

Tuttavia, la mancata risposta alle preoccupazioni dell'authority in merito alla concorrenza sulle rotte a corto raggio tra l'Italia e i Paesi dell'Europa centrale, nonché sulle rotte a lungo raggio tra l'Italia e gli Stati Uniti, il Canada e il Giappone, e al potere di mercato di Ita nell'aeroporto di Milano, potrebbe mettere l'accordo a rischio di un veto da parte della Ue.

La decisione della Commissione di escludere Ryanair come rivale di Lufthansa, nonostante la quota di mercato del vettore irlandese in Italia sia superiore al 40%, rappresenta un ulteriore elemento di difficoltà per Lufthansa.

Secondo quanto spiegano le fonti, l'antitrust Ue ritiene che le due compagnie aeree offrano servizi a clienti e ad aeroporti diversi.

La Commissione, che si esprimerà sull'operazione entro il termine del 6 giugno, e Lufthansa non hanno commentato.

Negli ultimi mesi il settore aereo ha attraversato una fase di consolidamento con l'operazione Lufthansa e con l'offerta di IAG, proprietario di British Airways, per la spagnola Air Europa.

(In redazione Claudia Cristoferi, editing Francesca Piscioneri)