Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 2 hours 37 minutes
  • Dow Jones

    39.872,99
    +66,22 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    16.832,62
    +37,75 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    38.737,64
    -209,29 (-0,54%)
     
  • EUR/USD

    1,0857
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • Bitcoin EUR

    64.350,65
    -1.117,87 (-1,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.475,10
    -13,44 (-0,90%)
     
  • HANG SENG

    19.254,80
    +34,18 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    5.321,41
    +13,28 (+0,25%)
     

Italia, commercio estero febbraio in surplus 6,03 mld euro, cresce export -Istat

La bandiera italiana sventola davanti all'Altare della Patria, noto anche come "Vittoriano", nel centro di Roma

ROMA (Reuters) - L'Italia ha registrato a febbraio un surplus commerciale con il resto del mondo pari a 6,034 miliardi di euro rispetto a un avanzo di 2,095 miliardi nello stesso mese del 2023.

Secondo i dati pubblicati oggi da Istat, le esportazioni sono aumentate dell'1,7% su base annua mentre le importazioni sono calate del 6,1%, da -0,2% e -13,1% rispettivamente a gennaio.

Nei primi due mesi del 2024, sottolinea l'istituto, il saldo commerciale è positivo per 8,5 miliardi mentre nello stesso periodo del 2023 risultava negativo per 2,1 miliardi.

Verso i Paesi dell'Unione Europea, a febbraio si evidenzia un disavanzo commerciale di 851 milioni, contro un deficit di 1,902 miliardi l'anno prima.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

L'export verso i soli Paesi Ue cresce dello 0,6% su base annua e l'import flette del 3,0%, da +0,1% e -8,1% rispettivamente a gennaio.

Nella consueta nota, Istat spiega che "si amplia la flessione tendenziale delle esportazioni verso la Cina – effetto base derivante dal confronto con febbraio 2023 – e si confermano in calo le vendite verso la Germania".

Guardando alla dinamica congiunturale, la performance positiva dell'export riguarda soprattutto l'area extra-Ue, e in particolare le esportazioni di beni strumentali cui contribuiscono vendite a elevato impatto di mezzi di navigazione marittima verso gli Stati Uniti.

Nel trimestre dicembre-febbraio, rispetto al precedente, l'export è stazionario e l'import si riduce del 4,8%.

Per quanto riguarda i prezzi all'import, a febbraio diminuiscono dello 0,2% su base mensile e del 5,5% su base annua (era -7,0% a gennaio).

L'ulteriore attenuazione della flessione tendenziale "è principalmente un effetto base che deriva dal confronto con febbraio 2023, quando i ribassi dei prezzi del gas naturale furono molto più marcati di quelli rilevati a febbraio di quest'anno".

(Antonella Cinelli, editing Stefano Bernabei)