Italia Markets open in 7 hrs 13 mins
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.691,09
    +525,50 (+2,01%)
     
  • EUR/USD

    1,1901
    +0,0004 (+0,0357%)
     
  • BTC-EUR

    16.101,79
    +31,26 (+0,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    381,04
    +11,28 (+3,05%)
     
  • HANG SENG

    26.588,20
    +102,00 (+0,39%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Minacciavano di morte i vicini, condannata coppia di anziani nel milanese

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Carabinieri (Italian police force) car. Italy
Carabinieri (Italian police force) car. Italy

Li minacciavano di morte e di fare del male ai loro bambini. Una coppia di anziani è stata condannata, con pene che vanno da otto mesi a un anno per molestie condominiali nei confronti di una famiglia a San Donato Milanese.

VIDEO - Minacce col coltello, arrestato rapinatore

Marito e moglie, lui 80 anni, lei 76, avevano reso la vita impossibile a una giovane coppia tra il 2015 e il 2017. Li accusavano di disturbare la loro quiete, soprattutto a causa dei rumori dei bambini, e li minacciavano ferocemente: “Vi aspetto davanti al box e davanti ai vostri figli vi ammazzo, vi strappo cuore e fegato e lo mangio”, o anche “non ho niente da perdere, sono anziano e molto malato, non possono farmi niente, la faccio finire male e il marito lo mando in prigione”. Queste sono alcune delle frasi che i due coniugi anziani avrebbero rivolto alla famiglia.

La giovane coppia, nel corso del tempo, avrebbe anche insonorizzato la stanza per attutire il più possibile i rumori. Gli altri condomini hanno sempre negato eventuali disturbi della quiete da parte della famiglia, affermando invece di conoscere le intemperanze dei due anziani.

‌Invece, i due “nonni”, alzavano a loro volta di proposito il volume della radio di notte o battevano con la scopa sul soffitto per non far dormire la famiglia che abitava sopra di loro. La corte ha dato torto alla coppia anziana, infliggendo a lui un anno di reclusione senza condizionale, e a lei 8 mesi con pena sospesa se verserà 30mila euro come anticipo sul risarcimento danni alle vittime.