Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.990,03
    -448,23 (-1,43%)
     
  • Nasdaq

    11.218,02
    -306,53 (-2,66%)
     
  • Nikkei 225

    27.049,47
    +178,20 (+0,66%)
     
  • EUR/USD

    1,0525
    -0,0061 (-0,58%)
     
  • BTC-EUR

    19.297,29
    -635,28 (-3,19%)
     
  • CMC Crypto 200

    441,62
    -8,44 (-1,88%)
     
  • HANG SENG

    22.418,97
    +189,45 (+0,85%)
     
  • S&P 500

    3.828,42
    -71,69 (-1,84%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Gas Ancora Sotto Pressione

Il petrolio greggio WTI e il gas naturale non si sono mossi particolarmente rispetto all’apertura settimanale di ieri, rimanendo intorno ai livelli tecnici di 110 e 7 dollari circa, rispettivamente.

Per il petrolio texano, il trend resta inalterato, in fase di lateralizzazione intorno ai 110 dollari e non lontano dai recenti massimi relativi. Il gas naturale, invece, si mostra più volatile e potrebbe proseguire nel suo ritracciamento sotto i 7 dollari.

Precisamente, oggi al momento della scrittura il petrolio greggio WTI viene scambiato a 112 dollari al barile, mentre il gas naturale segna 6,7 dollari, sostanzialmente in linea con la scorsa chiusura.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio WTI

Il prezzo del petrolio Greggio wti si trova ancora in fase di lateralizzazione intorno al livello tecnico di 110 dollari al barile. Poco è cambiato dalla precedente analisi tecnica sul tema, se si considera che la fase attuale procede già dall’ultima settimana, dopo il lieve arretramento.

Lo scenario tecnico di matrice rialzista vede dunque come primo target di rilievo ancora quello di 120 dollari al barile che potrebbe agevolmente essere raggiunto in caso di una spinta rialzista del mercato.

Se poi il prezzo dovesse riuscire a mantenersi solido intorno a questo valore, allora con tutta probabilità il petrolio greggio potrà anche tentare un ritorno ai recenti massimi storici di 123/125 dollari al barile. Il target finale è quello di 130 dollari, non ancora testato in quest’ultimo ciclo bullish.

Al ribasso invece il livello tecnico da monitorare rimane quello di 100 dollari al barile, il cui superamento annuncerebbe un possibile tentativo di inversione di tendenza fino al supporto di 85/90 dollari al barile.

Si ritiene tuttavia che un ribasso così ampio sia da escludere in un contesto di breve termine, dal momento che nello scenario geopolitico attuale il petrolio greggio si è fino ad ora mantenuto molto solido.

Previsioni sul prezzo del gas naturale

Per quanto concerne invece il prezzo del gas naturale la valutazione non può non tenere conto della elevata volatilità che ha coinvolto la materia prima in questi ultimi giorni.

Iniziando infatti con lo scenario tecnico di natura rialzista, il gas naturale potrebbe agevolmente ritornare sopra i sette dollari e, non senza troppe difficoltà, superare persino i target intermedi di 7,5 e 8 dollari.

Tuttavia il raggiungimento di questi livelli tecnici potrebbe innescare nuovamente un nuovo tentativo di ritracciamento, se non un rimbalzo molto più ampio, in grado di riportare nuovamente il gas a testare i minimi relativi vicino a livello di 6,4 dollari.

Da quest’ultimo supporto partirebbe l’inversione di tendenza definitivamente bearish, in grado di annullare i rialzi degli ultimi tre mesi, causati dallo scoppio della guerra in Ucraina dopo l’invasione russa.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli