Italia markets open in 39 minutes
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.874,89
    -9,24 (-0,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1927
    -0,0016 (-0,13%)
     
  • BTC-EUR

    28.687,53
    +1.088,23 (+3,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    819,61
    +25,29 (+3,18%)
     
  • HANG SENG

    28.723,50
    +413,74 (+1,46%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Apertura Settimanale Rialzista, Gas Sopra i 3$

·3 minuto per la lettura

Il prezzo del petrolio greggio nel corso della settimana passata ha vissuto una seduta abbastanza rialzista, con un solo inciampo sul finale, che non ha però compromesso la view di breve periodo.

Il Wti ripartirà dal valore di 66,3 dollari al barile e il Brent sfiora invece il target di 69 dollari prima della resistenza di 70 dollari.

Quanto al gas naturale, invece, il prezzo è tornato inaspettatamente sopra la soglia di 3 dollari.

Previsioni settimanali sul prezzo del petrolio greggio

Il petrolio greggio Wti potrà riprendere la sua corsa con maggiore enfasi se riuscirà a superare il livello di prezzo di 67,5 dollari al barile, che rappresenta l’area di resistenza principale.

Un superamento di questo valore potrebbe accelerare infatti la corsa verso il target principale di 70 dollari, caratterizzato da una resistenza molto solida.

Per superare definitivamente questo valore, occorrerebbe una spinta maggiore da parte del mercato, ad esempio tramite un incremento della domanda e dei consumi sia nell’Eurozona che negli USA.

Per la prima settimana di Giugno 2021, dopo una chiusura settimanale grossomodo rialzista, un calo del prezzo sotto il livello di 65 dollari al barile indicherebbe invece un inizio di inversione di tendenza che potrebbe portare il greggio texano a perdere il suo momentum per stabilizzarsi anche intorno ai 63 dollari al barile.

Per il Brent, invece, il livello di 70 dollari appare molto più vicino, ma occorrerà prestare particolare attenzione anche al valore di 67,5 dollari che rappresenta una soglia critica in grado di attirare molta attenzione.

Una rottura di questo primo supporto, infatti, porterebbe il prezzo a una possibile inversione anche verso il minimo del mese di Maggio a 65,25 dollari al barile.

Previsioni settimanale sul prezzo del gas naturale

Per il gas naturale la resistenza di 3 dollari rappresenta un valore difficile da superare stabilmente. Infatti, la stagionalità della commodity in questione faceva ritenere difficile già il raggiungimento del valore attuale in questo periodo dell’anno.

Nonostante ciò, i prezzi si sono mantenuti rialzisti e adesso si potrebbe assistere ancora a delle prese di profitto in attesa del calo fisiologico della domanda che spingerà il prezzo al ribasso. Il primo supporto è fissato intorno al livello di 2,8 dollari l’oncia.

Un calo sotto questo valore indicherebbe che i realizzi hanno subito un’impennata, verosimilmente trainati da livelli di domanda ridimensionati.

Il Calendario Economico della Settimana

L’ultima giornata del mese di Maggio 2021 si apre quest’oggi con la produzione industriale giapponese, gli indici PMI cinesi e diversi dati sull’inflazione europea, come l’IPP e l’IPC in Spagna, Portogallo, Italia e Germania.

Domani, martedì 1° Giugno 2021 è il turno delle vendite al dettaglio in Germania e del tasso di disoccupazione tedesco e italiano, oltre agli indici PMI manifatturieri nell’Eurozona.

In mattinata si conoscerà anche il PIL italiano e il tasso di disoccupazione a livello dell’Unione Europea, a cui faranno seguito nel pomeriggio le aste dei buoni del tesoro statunitensi a 3 e 6 mesi e il Discorso del Governatore Bailey della Bank of England sulle prospettive del Regno Unito.

Mercoledì si prosegue con il tasso di disoccupazione spagnolo, mentre nel tardo pomeriggio saranno protagoniste le banche. Infatti, dall’Europa giungerà il Discorso del Presidente della BundesBank Weidmann, mentre dagli USA giungeranno i discorsi di Evans, Presidente della Fed, e Bostic, membro del FOMC.

Anche giovedì saranno protagonisti gli indici PMI in Europa, mentre dagli USA si attende l’update settimanale sulle richieste di sussidi di disoccupazione, a cui si affiancano i dati sulle scorte di gas naturale e petrolio greggio.

Venerdì si termina con le vendite al dettaglio in Unione Europea e il tasso di disoccupazione statunitense. La giornata di Venerdì vedrà protagoniste anche le Banche Centrali, dal momento che si attendono i discorsi di Powell e Lagarde, rispettivamente Presidente della Fed e della BCE, che impatteranno sicuramente sull’andamento del cambio EUR/USD, tra le altre cose.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli