Italia Markets closed

Piano cottura dell'IKEA richiamato perché produce troppe emissioni di CO2

Il piano cottura ELDSLÅGA (foto: Ikea)

Il colosso svedese dei mobili e degli oggetti per la casa Ikea, con un avviso importante a tutti i clienti, ha informato che a scopo cautelativo sarà necessario riparare i piani cottura a gas Eldslåga. Il motivo? Dopo misurazioni approfondite è stato stabilito che le emissioni di monossido di carbonio del prodotto in funzione sono superiori ai limiti stabiliti dall’Unione Europea.

La campagna di richiami, scattata in seguito a un’indagine dell’autorità belga di controllo del mercato, interessa tutti i piani cottura Eldslåga acquistati nei negozi gialloblu prima del 1° gennaio 2018.

Ikea ha fatto sapere che a causa di un errore avvenuto a monte, in un bruciatore rapido (quello in alto a destra) è stato installato l’iniettore di gas sbagliato. Nello stesso comunicato l’azienda ha fatto sapere che le indagini hanno dimostrato l’assenza di elevati rischi di incendio o di esplosione. Ikea non ha ricevuto segnalazioni di incidenti fino ad ora, ma il richiamo si dimostra doveroso visto che, come molte altre aziende, la multinazionale svedese ha abbracciato una strategia di marketing legata all’ambiente.

In attesa della riparazione, Ikea invita a non utilizzare il bruciatore in alto a destra (mentre negli altri quattro disponibili non sono stati riscontrati problemi) e a contattare il numero verde 800 924646, dalle 9 alle 20, dal lunedì alla domenica, per fissare un appuntamento con l’assistenza tecnica. Non è necessario sostituire il prodotto integralmente salvo specifica raccomandazione dei tecnici.

I piani cottura oggetto del richiamo ufficiale sono stati venduti in Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Islanda, Repubblica Ceca, Croazia, Lituania, Serbia, Russia, Slovacchia, Ungheria, Polonia, Spagna, Regno Unito, Irlanda, Italia, Portogallo, Austria, Germania, Belgio e Francia.

Una curiosità: il nome Eldslåga significa letteralmente “fiamma”.

Guarda anche: