Italia Markets close in 4 hrs 58 mins

Borsa Italiana chiude il 2021 in bellezza +22,86% da inizio anno

·3 minuto per la lettura

Il 29 gennaio 2021 il FTSE MIB toccava il minimo dell’anno a 21.623,56, poi una corsa accidentata verso l’alto con una chiusura d’anno a 27.346,83 (+0,01%). Non proprio il massimo storico, quest’ultimo il FTSE MIB lo ha fissato il 16 novembre a quota 27.968,91.

Borsa Italiana guadagna così il +22,86% in un solo anno, una ottima annata dopo un 2020 iniziato con il terrore (minimo storico del 2020 a 14.153,09) e conclusosi con un recupero delle perdite a 25.483,05.

Se guardiamo le prestazioni del FTSE MIB a 2 anni, esso è in positivo del +15,11%. Possiamo quindi dire che Piazza Affari è in un momento d’oro e, al netto delle criticità note, il 2022 non si prospetta come un anno da minimi storici.

Ottima la performance anche dell’indice Ftse Italia All-Share salito del +23,53% ad un anno con un massimo d’anno a 30.637,16 e una chiusura d’anno a 29.941,89.

Borsa Italiana quindi brinda al nuovo anno con un risultato più che positivo e si colloca in Europa, subito dietro alla Borsa di Parigi il cui indice principale CAC40 ha totalizzato un +28,6%.

Bene anche le altre principali borse europee, tuttavia non quanto Milano e Parigi. La Borsa di Francoforte chiude il 2021 in positivo del +15% con il Dax 30 e percentuale di crescita simile totalizza anche il Ftse 100 della Borsa di Londra.

I migliori titoli azionari di Borsa Italiana del 2021

Quali sono stati i migliori titoli azionari di Borsa Italiana nel 2021? Unicredit (UCG) batte tutti con un ragguardevole +79,69% che fa felici i suoi azionisti.

Al secondo posto si colloca il titolo azionario di Cnh Industrial (CNHI) con il +67,62% e al terzo posto della speciale classifica dei migliori titoli di Piazza Affari 2021 troviamo Interpump (IP) che da inizio anno ha incassato un importante +59,63%.

Questi i risultati dei top performer del 2021, ma adesso andranno individuati i potenziali migliori del 2022. Titoli che andranno individuati approfondendo la conoscenza dei piani industriali e gli indirizzi economici del prossimo futuro.

Società quotate su Borsa Italiana in aumento

Aumentano le società quotate su Borsa Italiana nonostante alcuni addii di peso. Quest’anno si è quotata anche Ariston Holding (ARIS) sul segmento principale Euronext Milano, ma in totale le quotazioni sono state 49, con un record dal 2000, riporta il Financialounge.

Le offerte pubbliche di acquisto (Opa) sono state 21 per un controvalore pari a 6,9 miliardi di euro circa.

In totale a Piazza Affari il numero di società quotate è salito a 407 rispetto alle 377 società quotate del 2020. Oltre alla già citata ARIS si sono aggiunte sul segmento Euronext Milano anche:

In aumento anche la capitalizzazione di mercato di Borsa Italiana che passa dai 607 miliardi di euro del 2020, agli attuali 757 miliardi di euro. La fiducia è tornata sull’Italia e si spera che anche altri investitori italiani vogliano guardare di più al mercato interno, non lasciandosi attrarre sempre e solo dalle “sirene” provenienti dagli Stati Uniti.

Per conoscere tutti gli eventi economici del giorno e della settimana in Italia e all’estero, leggi il nostro Calendario Economico completo con tutti gli eventi in programma per gli investitori: indicatori economici, inflazione, dati sulla produzione, occupazione e disoccupazione.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli