Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 2 hours 39 minutes
  • FTSE MIB

    34.417,56
    +267,02 (+0,78%)
     
  • Dow Jones

    38.441,54
    -411,32 (-1,06%)
     
  • Nasdaq

    16.920,58
    -99,30 (-0,58%)
     
  • Nikkei 225

    38.054,13
    -502,74 (-1,30%)
     
  • Petrolio

    78,99
    -0,24 (-0,30%)
     
  • Bitcoin EUR

    62.981,97
    +420,79 (+0,67%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.457,05
    +1,18 (+0,08%)
     
  • Oro

    2.365,80
    +1,70 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0831
    +0,0023 (+0,22%)
     
  • S&P 500

    5.266,95
    -39,09 (-0,74%)
     
  • HANG SENG

    18.230,19
    -246,82 (-1,34%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.977,66
    +14,46 (+0,29%)
     
  • EUR/GBP

    0,8511
    +0,0008 (+0,09%)
     
  • EUR/CHF

    0,9801
    -0,0062 (-0,63%)
     
  • EUR/CAD

    1,4830
    +0,0016 (+0,11%)
     

Borsa Milano tonica su attese tagli Bce, rimbalzano banche, Enel, forte Amplifon

L'edificio della Borsa di Milano nel centro di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari rimbalza insieme alle altre borse europee dopo il calo di ieri innescato dalla debolezza delle banche sulle aspettative di un taglio dei tassi Bce a giugno, che oggi invece generano ottimismo tra gli investitori.

L'intonazione dei futures di Wall Street è leggermente positiva, in attesa delle prime trimestrali bancarie; imminenti quelle di JP Morgan, Citigroup e Wells Fargo.

Con volumi modesti intorno a 830 milioni di euro, intorno alle 12,15 il Ftse Mib è in rialzo di 1,1% ed è impostato per portare la settimana a un saldo appena positivo dopo il calo di oltre 2% archiviato in quella precedente a causa delle tensioni geopolitiche e dei timori di tempi più lunghi per un taglio dei tassi, soprattutto negli Usa. L'ottava che si chiude oggi è stata ondivaga, un giorno al rialzo e uno al ribasso, e si chiude oggi con un tono un po' più ottimista dopo che ieri Francoforte ha di fatto confermato l'intenzione di avviare il ciclo di allentamento a giugno.

Tra i titoli in evidenza:

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Le banche rimbalzano oggi a Milano (+1,6% l'indice di settore) come in Europa. In luce tra le altre UniCredit (+1,8%) che ha ottenuto ieri il via libera della Bce alla tranche di buyback da 3,1 miliardi.

Sale anche il comparto energetico (+1,6%) grazie alla forza del greggio, che resta sopra la soglia dei 90 dollari al barile. Ne beneficia soprattutto Saipem, dice un trader, è in cima al Ftse Mib con +3,5%. Eni +1,7%.

Corre Amplifon con +3,3% a 31,4 euro. Equita ha alzato il target price a 33 da 29 euro alla luce della maggiore visibilità sul 2024, dei buoni tassi di crescita attesi per il primo trimestre e quelli a venire e delle possibili occasioni di M&A, si legge in un report a seguito di un confronto tra il broker e la società.

Vivace tra le utility Enel (+2,6%), in recupero dopo il calo legato all'incidente della centrale idrolettrica di Bargi che ha causato la morte di sette persone.

Deboli Interpump (-1,6%) e il comparto auto (Stellantis -1%).

(Claudia Cristoferi, editing Stefano Bernabei)