Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 7 hours 18 minutes
  • Dow Jones

    40.211,72
    +210,82 (+0,53%)
     
  • Nasdaq

    18.472,57
    +74,17 (+0,40%)
     
  • Nikkei 225

    41.190,68
    -1.033,32 (-2,45%)
     
  • EUR/USD

    1,0900
    0,0000 (-0,00%)
     
  • Bitcoin EUR

    59.417,58
    +3.323,09 (+5,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.347,90
    +78,95 (+6,22%)
     
  • HANG SENG

    18.015,94
    -277,46 (-1,52%)
     
  • S&P 500

    5.631,22
    +15,87 (+0,28%)
     

David Tepper, l'uomo da 7 milioni di euro al giorno

David Tepper

Nel 2013, avrebbe guadagnato circa 7 milioni di euro al giorno. Almeno secondo quanto dichiarato dalla rivista americana Institutional Investor’s Alpha. Il fortunato si chiama David Tepper ed è un hedge fund, un gestore di fondi della Appaloosa Management, società da lui stesso fondata nel 1993. Un deja vu per Tepper, visto che è il secondo anno consecutivo che si aggiudica il podio dei manager più pagati al mondo, con i suoi 3,5 miliardi di dollari. Dopo di lui, Steven A. Cohen, che ha guadagnato 2,4 miliardi dollari al giorno.

Classe 1957, David Tepper proviene da una famiglia ebrea dell' nell’East End di Pittsburgh, Pennsylvania. Le sue carte vincenti sono la sua "acuta specialità in difficoltà finanziarie e il fiuto di capire quando usciranno dalle crisi per tornare a produrre profitti", come riporta il sito Formiche.net.
La sua carriera è iniziata presso Equibank come analista di crediti nel Dipartimento di economia, lavoro portato avanti di pari passo con un master in Scienze dell’amministrazione industriale, che gli ha rimediato un nuovo lavoro nel Dipartimento di finanze della Republic Steel Corp.
Da qui è iniziata la sua vita professionale nel mondo del rischio finanziario, entrando a far parte nel 1985 del team di Goldman Sachs: è per merito di Tepper che questa mega banca non si è frantumata in mille pezzi durante lo scoppio della bolla dei cosidetti "bonus spazzatura” del 1989, per  aver acquistato in tempo bonus delle banche colpite dalla bolla speculativa, le cui quotazioni sono cresciute una volta riprese sul mercato.

Siamo soltanto agli anni Novanta e la carriera di Tepper non è nemmeno a metà: dopo aver lasciato la Goldman Sachs nel 1992 per incompatibilità con la filosofia della banca, l'uomo decide di mettersi in proprio, gestendo personalmente un fondo di investimenti, Appaloosa appunto, messo su insieme ad un ex collega di Goldam, Jack Walton. L'avventura parte nel 1993 con un fondo 57 milioni di dollari e da allora non si è mai arrestato: nel 1996 il fondo aveva oltre 800 milioni di dollari.
Certo, non sempre le cose sono andate nel verso giusto, anche Tepper ha conosciuto alcune perdite. Una, nel 1998, quando i russi non pagarono il debito, facendo perdere alla sua società il 30%; un'altra nel 2008, perdendo circa 200 milioni di dollari di guadagni su un investimento sbagliato su un fornitore di automobili sulla via del fallimento. Da allora, però, la via è sempre stata in discesa, tanto che nel 2010 il New York Times e la rivista Forbes lo ha nominato il gestore di fondi di investimento più ricco del mondo.

La lista dell'Institutional Investor's Alpha inserisce altri nomi di manager con tanti zeri sullo stipendio: c'è John Paulson, dellaPaulson & Co, al terzo posto con 2,3 miliardi dollari, James Simons,matematico in pensione della Renaissance Technologies, al quarto posto con 2,2 miliardi dollari , mentre Kenneth Griffin, a capo della Citadel Investment Group si aggiudica la quinta posizione con i suoi 950 milioni dollari di guadagno.