Italia Markets closed

Fisco, come funzionerà la lotteria degli scontrini in Italia

Il cittadino non dovrà sforzarsi per conservare scontrini o fatture, potrà facilmente verificare la vincita online (Getty)

Una riffa per contrastare l’evasione fiscale. Partirà nel 2020 la lotteria degli scontrini che, secondo le stime, a regime interesserà 35 miliardi di scontrini battuti nel 2020 in Italia. Il primo gennaio 2020 tutto dovrà essere pronto per consentire ai cittadini di partecipare. Lo Stato metterà in palio un montepremi annuale di un milione di euro, con estrazioni mensili da 10, 30 e 50mila euro.

Perché la lotteria

La decisione è mirata a contrastare l’evasione fiscale. I consumatori, quindi, saranno incentivati a chiedere la ricevuta agli esercenti, e con la parallela introduzione dello scontrino elettronico chiuderà il cerchio con le misure già messe in atto con la fatturazione elettronica. Nel dl Crescita, a fine giugno, sono state raddoppiate le probabilità di vincita per i pagamenti che saranno effettuati con moneta elettronica.

Come funzionerà

Sarà riservata ai maggiorenni, residenti in Italia, che effettueranno una spesa per beni e servizi di almeno un euro. Per partecipare si dovrà comunicare il proprio codice fiscale all’esercente, prestando il consenso sul trattamento dei dati personali, che a sua volta trasmetterà per via telematica il corrispettivo all’Agenzia delle entrate.

La verifica delle vincite

Il cittadino non dovrà sforzarsi per conservare scontrini o fatture, potrà facilmente verificare la vincita online, grazie a un portale che indicherà i ticket vincenti nell’area pubblica, con un’area personale recante i corrispettivi associati al proprio codice fiscale. I biglietti virtuali verrebbero generati in base all’importo della spese e le estrazioni dei codici vincenti saranno effettuate attraverso un software apposito, verificato da enti terzi autorizzati. La vincita potrebbe essere notificata via pec oppure posta raccomandata.